Banconote e Soldi Falsi: come Riconoscerli

Può succedere a tutti di ritrovarsi con delle banconote contraffatte nel portafogli. Perchè non si è in grado di riconoscere i soldi falsi, per sbadataggine, oppure perchè sono fatte talmente bene che diventa difficile riconoscerle. Purtroppo se ci si ritrova con dei soldi falsi non c’è altro da fare che recarsi in banca o alla posta e consegnarli.

Per tale motivo è importante imparare a riconoscere le banconote fasulle, poichè gli euro sono dotati di diverse caratteristiche di sicurezza che ne facilitano il riconoscimento e rendono difficile ai falsari la riproduzione integrale. In ultima analisi, se rimangono ancora dei dubbi, è bene confrontare il biglietto incriminato con una banconota di cui è certa l’autenticità.

Cosa fare coi soldi sospetti

Nel caso in cui si entri in possesso di una banconota che si sospetti possa essere falsa è bene evitare di spenderla perchè è un reato punibile dalla legge.

Quanto Costa Diventare Pilota di Ae...
Quanto Costa Diventare Pilota di Aerei

Meglio recarsi alla posta o in banca e farla esaminare; nel caso in cui il biglietto risulti falso l’impiegato ha l’obbligo di ritirarla e trasmetterla alla Banca d’Italia per una ulteriore analisi. Se viene accertate la legittimità della banconota, l’importo è rimborsato; in caso contrario nulla è dovuto a chi ha consegnato il denaro falso.

Consigli per riconoscere le banconote contraffatte

Le banconote in euro sono dotate di diverse caratteristiche di sicurezza che aiutano a verificare immediatamente la loro autenticità.

Tocca gli elementi in rilievo: speciali tecniche di stampa conferiscono ai biglietti una particolare consistenza.

Guarda una banconota in controluce: saranno così visibili la filigrana, il filo di sicurezza e il numero in trasparenza. Le tre caratteristiche sono riscontrabili su entrambi i lati dei biglietti autentici.

Muovi una banconota: sul fronte si può osservare l’immagine cangiante dell’ologramma. Sul retro, inclinando leggermente il biglietto, è possibile notare la striscia brillante sui tagli bassi e su quelli elevati il numero di colore cangiante.

Controlla sempre più di una caratteristica di sicurezza! Bastano pochi secondi per verificare l’autenticità di una banconota: è sufficiente toccarla, guardarla e muoverla.

Questi accorgimenti talvolta non bastano ed ecco che allora diventa importante riconoscere nel dettaglio le caratteristiche di sicurezza di cui sono dotate le banconote autentiche.

Le banconote sono fabbricate con fibre di puro cotone, che donano alla carta una particolare sonorità e consistenza (i biglietti sono caratterizzati da una certa rigidità e non hanno un aspetto cerato).

Una speciale tecnica di stampa conferisce un effetto di rilievo o di maggiore spessore all’inchiostro utilizzato. Per percepire gli elementi in rilievo basta sfiorarli con i polpastrelli o sfregarli delicatamente con l’unghia.

Le banconote da €200 e €500 sono dotate di ulteriori elementi che agevolano il riconoscimento dei biglietti da parte dei non vedenti e delle persone con problemi visivi.

Al centro della banconota sul retro è visibile una striscia brillante o dorata che riporta il valore numerico del biglietto e il simbolo dell’euro.

Alcuni segni stampati in uno degli angoli superiori, su entrambi i lati delle banconote, si combinano perfettamente formando la cifra del valore nominale. Tenendo un biglietto in controluce diventa visibile la cifra completa.

Appoggiando i biglietti su una superficie scura le zone in chiaro diventano più scure, in particolare la cifra indicante il valore nominale.

Il filo di sicurezza è incorporato nella carta delle banconote; in controluce appare come una linea scura recante la parola EURO e il valore nominale in microscrittura.

Tenendo una banconota in controluce, nell’ologramma si scorge il simbolo € formato da perforazioni. È inoltre riportata la cifra indicante il valore in caratteri di piccole dimensioni.

Muovendo una banconota, cambia l’immagine visibile sulla placchetta olografica: a seconda dell’inclinazione compare la cifra indicante il valore nominale oppure il disegno. Sullo sfondo, una microscrittura scorre in cerchi concentrici iridescenti dal centro ai margini della placchetta.

In alcune aree delle banconote è possibile osservare sottili iscrizioni sul fronte dei biglietti. È necessaria una lente di ingrandimento per poterle leggere. I tratti devono apparire nitidi.

Esponendo una banconota a luce ultravioletta la carta resta opaca e le parti fluorescenti diventano rosse, blu e verde; lo sfondo e le stelle della bandiera dell’Unione europea virano al verde e all’arancione; la firma del Presidente della Banca Centrale Europea appare in verde; stelle e cerchietti stampati sul fronte diventano fluorescenti.

La cartina, il ponte e la cifra del valore nominale riprodotti sul retro appaiono in giallo.

In ultima analisi, se proprio si  vuole andare sul sicuro, ci si può sempre dotare di un piccolo rilevatore di soldi falsi tascabile  del costo di qualche decina di euro. Unica accortezza: assicurarsi che sia stato certificato da una delle banche centrali nazionali della zona euro.



Questo post può essere ripubblicato su altri blog – siti web citando la fonte con un link.

Ricevi gli aggiornamenti via Newsletter via Feed oppure via Twitter.

Articoli che trattano argomenti simili:

  1. La pubblicità che regala soldi veri
  2. Nascondere soldi: i consigli di un ladro
  3. Carte di Credito e Bancomat: come Bloccarle in caso di Furto o Smarrimento