Risparmiare sui Libri Scolastici Comprandoli al Supermercato

Risparmiare sui testi per la scuola diventa sempre più difficile, a causa del caro vita e dei continui aumenti sul prezzo di copertina. Un’opportunità per spendere meno arriva dalla grande distribuzione che, grazie a particolari offerte, riesce ad applicare sconti al di sopra della media introvabili altrove.

Gli sconti possono arrivare al 20% ed i libri per tutte le scuole di ogni ordine e grado possono essere prenotati online e successivamente ritirati presso il punto vendita del supermercato o centro commerciale scelto.

Poichè per legge non è più possibile applicare sconti superiori ad un certa percentuale sul libri di scuola, molti marchi della grande distribuzione organizzata hanno trovato diversi escamotage che comunque riescono a scalancare tale limitazione.

Gli sconti infatti, vengono applicati in diversi modi oltre a quello tradizionale della diminuzione di prezzo al momento del pagamento, come ad esempio i buoni acquisto in base al tetto di spesa raggiunto.

Dolcetto grazie @AGD Bologna
Dolcetto grazie @AGD Bologna

In alcuni casi poi le condizioni variano e sono più allettanti quelle applicate ai soci (ad esempio nei centri commerciali della gruppo Coop), in altri (vedi Auchan, Despar, Nord Ovest e Gigante ) il trattamento è uguale per tutti senza alcuna differenza; di seguito tutti i dettagli in ordine alfabetico.

Auchan: sconto applicato è del 20% ed è riservato esclusivamente ai soci e ai titolari della carta sconti;

Bennet: sconto a tutti del 15%;

Carrefour: buoni spesa del valore del 20% sull’iporto speso per l’acquisto dei libri di scuola;

Conad – Leclerc: sconto a tutti del 15%;

Coop: sconto del 10% ai non soci e del 15% ai soci;

Despar Nord Est: sconto del 15% sul totale anche ai non soci;

Despar Nord Ovest: 15% in buoni spesa riservato ai soli soci;

Esselunga: sconto del 15% a tutti i clienti;

Il Gigante: sconto del 15% solo ai soci;

Iper: sconto a tutti del 15%;

Ipersimply, Punto, Simply: 20% in buoni spesa a tutti.

Se poi si vuole risparmiare maggiormente, l’unica alternativa possibile è quella di visitare i tanti mercatini dei libri scolastici usati, presenti praticamente ovunque.

Sempre che non si tratti di nuove edizioni che in tal caso diventano impossibili da trovare. Ma occhio agli editori furbetti: talvolta cambia la copertina, qualche immagine all’interno, ma i contenuti sono praticamente identici. Meglio quindi sempre controllare.



Tweet



Potrebbe Interessarti Anche: