Soldi in Regalo: Benefattori che Fanno Donazioni

Ci sono diversi casi di persone facoltose che hanno dato in regalo soldi. 

Benefattori che donano denaro semplicemente per aiutare il prossimo gratuitamente.

Soldi in Regalo
Soldi in Regalo

Di seguito le storie più conosciute di filantropi che, con i motivi più disparati, hanno deciso di omaggiare persone a caso dando loro un bel po’ di quattrini.

Soldi in Regalo per un Uso Responsabile

Donare mille sterline ogni giorno, ad un perfetto sconosciuto, a patto che il denaro ricevuto in regalo venga utilizzato in maniera responsabile.

Così trascorre la quotidianità un misterioso signore inglese da circa un anno, ovvero da quando è diventato talmente ricco da possedere molti più soldi di quanti se ne possano immaginare.

Lo sconosciuto benefattore, racconta sul suo sito di essere diventato ricchissimo da un giorno all’altro, probabilmente grazie ad una forte vincita al gioco, oppure dopo essere entrato in possesso di un’eredità che ignorava completamente lo aspettasse dietro l’angolo (l’aspetto non è ben chiaro).

La prima cosa che ha fatto, come probabilmente farebbe chiunque si trovasse improvvisamente nella stessa situazione, è stata pensare a quale sogno o desiderio potesse esaudire.

Così ha pensato ad un bel viaggio nello spazio, che gli sarebbe costato soltanto la modica cifra (si fa per dire) di 400 mila dollari, prenotando un posto sul volo Virgin Galactic spazio, passeggero numero 421.

Avete presente quei viaggi organizzati che vanno tanto di moda tra i ricchi di tutto il mondo?

Il milionario signore inglese però, dopo averne discusso con parenti e amici, ben presto si rese conto che ci sono sistemi migliori per utilizzare una somma di denaro piccola per lui, ma ingentissima per la maggior parte delle persone.

Così cambia idea e decide di realizzare un progetto attraverso cui donare, ogni giorno ad un perfetto sconosciuto diverso, ben mille sterline in contanti, in cambio di qualche foto, una piccola intervista e della promessa che il denaro venga impiegato dalla persona che lo riceve per fare qualcosa di costruttivo per se stessa.

Come lo stesso Mister X scrive sulle pagine del suo sito, dove sono riportate le foto e le storie di tutte le persone che ha aiutato fino ad oggi, è tutt’altro che facile scegliere la persona giusta a cui assegnare la cifra quotidiana.

A volte si incontrano fin troppe persone meritevoli, altre volte invece al contrario non se ne trova una; anche perché tutto è lasciato al caso visto che l’uomo delle donazioni cerca di condividere non tanto il denaro in se stesso, ma la responsabilità che deriva dal ricevere i soldi.

Occhi aperti: la prossima persona che potrebbe ricevere soldi in regalo potresti essere tu, visto che il misterioso e facoltoso inglese, sta girando in lungo e in largo per il mondo, cercando ogni giorno il destinatario della donazione quotidiana.

Eventualmente ricordati però di usarli per fare qualcosa di buono, magari per qualcuno che ha più bisogno di te.

Una piccola storia tra le tante, che lui stesso ha narrato:

Maggie, gallerista, impegnata nel sociale: una di quelle donne che si danno da fare per cambiare il mondo in meglio; nel momento della donazione, indaffarata a rimettere a posto un vecchio molo di Penarth, nel Galles meridionale.

I soldi contribuiranno a restaurare un vecchio edificio abbandonato e convertirlo in un centro artistico.

L’Imprenditore Giapponese che Regala Soldi

Protagonista della vicenda alquanto originale ed insolita è Yusaku Maezawa, fondatore del più grande sito Web di vendita al dettaglio giapponese.

Il ricchissimo imprenditore ha deciso di regalare 8 milioni di euro a sconosciuti scelti casualmente chiedendo in cambio qualcosa di davvero stravagante.

Semplicemente ha lanciato un messaggio su Twitter specificando che, ai primi mille utenti che lo avrebbero seguito e ritwittato entro 7 giorni dalla pubblicazione del messaggio, sarebbe andata in dono una cifra pari a circa 8.500 euro ciascuno, per un totale di 8 milioni di euro.

Il risultato è stato incredibile visto che più di quattro milioni di persone che hanno ritwittato il messaggio.

Il motivo dietro al gesto, spiegato dallo stesso benefattore, era quello di fare una sorta di esperimento sociale con cui dimostrare come il denaro influisce sulla vita di ogni individuo, molto più di quanto si possa credere.

E poiché non è la prima volta che il Signor Yusaku compie gesti del genere (era già successo in passato), chissà che non sia una buona idea seguirlo si Twitter aspettando la sua prossima eventuale campagna di donazione, sperando di essere tra i fortunati a ricevere soldi in regalo.

Il Re che Regala Soldi

A settembre del 2015, per celebrare la sua incoronazione, il re dell’Arabia Saudita Salman bin Abdulaziz Al Saud, ha regalato 28 miliardi di euro alla popolazione.

In un suo messaggio su Twitter ha dichiarato: “Voi meritate di più”.

Così facendo è entrato senza dubbio nella storia, con un gesto indelebile nella memoria dei cittadini sauditi, e diventando al contempo popolare in tutto il mondo.

Il Ricco Austriaco Benefattore

Stanco di condurre una vita agiata, l’austriaco Karl Rabeder ha deciso di regalare tutti i suoi soldi, 3 milioni e 400mila euro ad associazioni benefiche.

Dopo il suo gesto ha dichiarato: «Senza più nulla sono libero».

Ha tenuto per sé solo una casa spoglia, sulle montagne di Innsbruck, con dentro un semplice lettino di legno.

«Il denaro è controproducente. Mi sembrava di lavorare per avere cose che non mi servivano ».

Queste le sue parole dopo l’incredibile gesto che, a quanto pare, gli ha fatto tornare la serenità perduta dalla finta gentilezza di chi lo serviva e assecondava solo per i suoi soldi.

Quelle narrate sono solo alcune delle storie di persone piene di denaro che, per i motivi più disparati hanno deciso di dare soldi in regalo.

Se anche tu speri di trovare qualcuno disposto a farti una donazione, forse con un pizzico di fortuna potresti trovarlo.

E magari essere il protagonista delle prossima storia di beneficienza gratuita, come è già successo a tanti altri prima di te.



APPROFONDIMENTO: