Risparmiare e Mangiar Bene: la Dieta Ecosostenibile

Si chiama Livewell Diet, ovvero, dieta del vivere bene: è equilibrata, fa risparmiare e rispetta l’ambiente. Ideata da un gruppo di scienziati britannici dell’Aberdeen University in collaborazione col Wwf, prevede il consumo di cibi a chilometri zero, ecosostenibili, salutari e a basso costo.

Quindi un bel risparmio anche per le finanze dei consumatori. Seguire il regime alimentare indicato, costa circa 35 euro a settimana.

Secondo gli studiosi del Rowett Institute of Nutrition and Health infatti, seguire la dieta del vivere bene, equivale a nutrirsi in modo salutare, contrastare il caro vita dovuto alla crisi economica e ridurre la diffusione dei gas nocivi e il dispendio energetico.

Le ricerche condotte dai ricercatori hanno evidenziato che se ogni cittadino britannico seguisse alla lettera le indicazioni, si potrebbero abbattere del 50% le emissioni dei gas serra del Regno Unito.

Svariati i cibi che compongono il regime alimentare: cereali ricchi di fibre, latte parzialmente scremato, toast di pane integrale, marmellata, legumi, pesce, pollo e riso.

Il menu appare ben bilanciato poichè permette di mangiare cose diverse per ogni giorno della settimana. Si tratta essenzialmente di piatti semplici, poveri di grassi, preparati con ingredienti genuini e naturali.

Per coinvolgere il maggior numero di persone possibile, gli studiosi si sono rivolti al primo Ministro britannico David Cameron, proponendo l’inserimento delle linee guida della Livewell Diet nei regimi alimentari adottati dagli uffici ministeriali e dalle mense scolastiche.

In base a quanto asserito dagli scienziati del gruppo, il 20%  dei gas serra prodotti nel mondo provengono dall’agricoltura, causando gravi scompensi ambientali all’ecosistema. Continuando di questo passo non ci vorrà molto a rendere insufficienti al fabbisogno umano le risorse alimentari presenti sul pianeta.

Per questo è importante innanzitutto limitare il consumo di carne e cibi pronti all’uso, proprio per abbattere l’effetto serra. Oltre a ciò, si risparmia anche sulla spesa: bastano circa 35 euro a settimana a persona per mangiar bene, spendere poco e aiutare l’ambiente.

Di seguito vedremo nel dettaglio i cibi consigliati giorno per giorno e le giuste proporzioni tra i vari alimenti che compongono la dieta salutare, economica ed ecosostenibile.

In linea di principio, bisogna ridurre drasticamente il consumo di carne e di cibi pronti per l’uso, ossia tutto ciò che può provocare disturbi cardiaci e diabete, ma costituisce anche un killer per l’ambiente.

Importante è non solo quali prodotti si comprano per mangiare, ma pure dove si comprano e da quanto lontano arrivano.Ogni giorno della settimana ci sono delle variazioni; lo stesso piatto infatti non viene mai proposto due volte.

Grande varietà di cibi, quindi, facili anche da preparare.

Le percentuali della dieta del buon vivere sono: 35% di frutta e verdura, 29% di cereali, 8% di carne, pesce e uova. Per vivere in maniera più salutare, spendere poco e salvaguardare il pianeta. Di seguito, la dieta settimanale nel dettaglio.

Dieta del vivere bene

Menu del Lunedi

Prima colazione: cereali ricchi di fibre con latte parzialmente scremato, pane integrale tostato, marmellata. Pranzo: minestra di lenticchie e un sandwich di scampi e maionese su pane nero. Cena: un curry di pollo e riso, con una fetta di pita. Spuntino: una mela, lamponi o fragole, biscotti, 100 ml di latte parzialmente scremato, 1 cucchiaino di zucchero.

Menu del Martedi

Colazione: fiocchi di polenta (porridge), pane tostato, succo di frutta. Pranzo: Uova, insalata, pane bianco, yogurt intero. Cena: Chilli di carne bovine e tortillas con fagioli e insalata. Spuntino: una banana, una pesca, marmellata, 100ml di latte parzialmente scremato con un cucchiaino di zucchero.

Menu del Mercoledi

Colazione: Latte parzialmente scremato con cereali integrali ricchi di fibre, succo di frutta, toast. Pranzo: Zuppa di pomodori e peperoni rossi con pane; yogurt scremato. Cena: Salmone con crema di formaggio, patate novelle, broccoli e carote. Spuntino: Pera, uva, biscotti, patatine, 100ml di latte parzialmente scremato, 1 cucchiaino di zucchero.

Menu del Giovedi

Colazione: cereali e latte parzialmente scremato, succo di frutta. Pranzo: patate e fagioli al forno, formaggio, insalata. Cena: Pollo e tagliatelle, crema e lamponi o fragole. Spuntino: una mela, biscotti, noci, una fetta di torta,100ml di latte parzialmente scremato, 1 cucchiaino di zucchero.

Menu del Venerdi

Colazione: cereali integrali ricchi di fibre, latte parzialmente scremato, succo di frutta. Pranzo: Carote e fagioli con minestra, prosciutto e formaggio. Cena: Maccheroni con formaggio, insalata, cereali, budino. Spuntino: una tazza di cioccolato, una pera, un kiwi, qualche noce, 100ml di latte parzialmente scremato con un cucchiaino di zucchero.

Menu del Sabato

Colazione: Cereali e latte parzialmente scremato, un toast integrale. Pranzo: Panino (pane integrale) al formaggio e pomodoro, yogurt magro. Cena: Pesce, patatine al forno con piselli; pane bianco. Spuntino: una banana, una pesca, biscotti, 100ml di latte parzialmente scremato con un cucchiaino di zucchero.

Menu della Domenica

Colazione: un uovo in camicia, fagioli al forno, funghi con patate, pane integrale tostato. Pranzo: arrosto di maiale con patate, cavoli e sugo, cereali, budino. Cena: Pane bianco tostato con crema di formaggio, insalata. Spuntino: un grappolo d’uva, una mela, biscotti, 100ml di latte parzialmente scremato con un cucchiaino di zucchero.



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!