Incentivi Auto 2015: Dettagli del Bonus Veicoli Ecologici

Gli incentivi auto 2015 sono stati da poco confermati attraverso il decreto Sblocca Italia. Anche per l’anno prossimo dunque si potranno acquistare veicoli ecologici  a prezzo ridotto usufruendo di bonus e sconti, ovviamente fino ad esaurimento dei fondi statali stanziati.

Dopo il successo delle agevolazioni riservate a chi ha comprato nell’anno in corso veicoli a basse emissioni inquinanti, il Ministero dello Sviluppo Economico ha deciso di aggiornare e snellire il sistema informatico che gestisce il processo di prenotazione delle immatricolazioni.

Per il 2014 erano disponibili 52,7 milioni di euro di incentivi auto riservati ai cittadini che decidevano di comprare un veicolo elettrico, ibrido, a Gpl o a metano; non era necessario rottamare una macchina per usufruire delle agevolazioni e la maggior parte dei fondi sono finiti ben presto.

L’incentivo per mezzi ecologici finora era rappresentato da uno sconto del 20% sul prezzo di listino, per metà a carico dello Stato, mentre per il restante 50% sotto forma di sconto riconosciuto dalle case automobilistiche.

Riguardo il bonus auto ecologiche 2015 non è ancora dato di sapere a quanto ammonteranno gli incentivi, visto che le cifre non sono ancora state stabilite.

Quel che è certo è che la soglia sconti, per l’anno prossimo, passerà dal 20 al 15%  (tetto massimo di 3.500 euro con l’obiettivo di distribuire meglio i fondi tra le diverse classi di veicoli agevolate) e lo sconto ottenuto verrà successivamente recuperato con il credito di imposta.

I contributi saranno validi per l’acquisto, entro non oltre il 31 dicembre 2015, di veicoli a basso impatto come vetture elettriche, ibride o più in generale che non superino un livello di emissioni di CO2 pari a 95 g/km.

Ulteriore novità riguarda l’estensione anche alle aziende di accedere al bonus senza limiti riguardanti la data di immatricolazione del mezzo rottamato (precedentemente doveva avere almeno 10 anni).

Si potrà anche beneficiare degli eco incentivi senza alcuna rottamazione se l’auto acquistata è elettrica o ibrida, ovvero con emissioni di CO2 fino a 95 g/km.

Vengono poi eliminati i vincoli riguardanti l’eventuale mezzo rottamato: infatti non deve più essere necessariamente intestato da almeno 1 anno a chi compra la nuova auto ma anche ad un suo familiare o convivente, fermo restando che deve trattarsi di un mezzo appartenente alla medesima categoria.

Riguardo il bonus l’art.39 esplicita nel dettaglio le percentuali spettanti all’acquirente, sotto forma di taglio al prezzo di acquisto del veicolo; nel dettaglio:

  • Auto con emissioni fino a 50 g/km di CO2:  3500 euro di contributo massimo;
  • Auto con emissioni fino a 95 g/km di CO2: 3000 euro di contributo massimo;
  • Auto con emissioni fino a 120 g/km di CO2:  1800 euro di contributo massimo.

Fino a pochi giorni addietro, le prenotazioni internet nelle pagine dell’apposito sito riservato all’iniziativa (bec.mise.gov.it) erano state sospese.

Questo al fine di modificare le modalità di fruizione degli incentivi, adattandole alle nuove norme così come stabilito dall’articolo 39 del decreto legge n. 144 del 12 settembre 2014.

Dopo il riallineamento ed a partire dal 1° ottobre scorso sono state riaperte le prenotazioni e quindi la piattaforma ha ripreso la regolare funzionalità.

Se sei intenzionato ad acquistare un veicolo nuovo per risparmiare usufruendo degli incentivi auto 2015 clicca sul seguente link e scopri le auto che costano meno.




Altro su: >



Condividi la notizia, basta un semplice click!