RC Auto e Clausola di Rivalsa: Informazioni Utili

Lo sapevi che in determinate circostanze la tua assicurazione auto, in caso di incidente, potrebbe chiederti di pagare i danni causati anche se la copertura è attiva? Ecco perchè è molto importante verificare tra le varie clausole, quella di rivalsa in modo da evitare di trovarsi in spiacevoli situazioni soprattutto dal punto di vista economico.

Quando si sottoscrive una polizza rca, se davvero si vuole risparmiare sull’assicurazione, bisogna verificare la presenza di tale clausola e il modo in cui essa va intesa, poichè, se riportata, indica l’elenco delle situazioni in cui la compagnia assicurativa non è obbligata a risarcire il danno.

rivalsa rcauto

Se riportata invece la rinuncia alla rivalsa, la società assicuratrice coprirà invece i danni causati a terzi anche nei casi che normalmente non andrebbero coperti.

Di solito è riferita a situazioni relative allo stile di guida del conducente e al rispetto del codice della strada. In mancanza del  rispetto di tali norme, i danni causati a terzi rimarranno comunque a carico dell’assicurato, in base alle condizioni pattuite sul contratto rca sottoscritto.

Cosa succede quindi in caso di incidente stradale con assicurazione contenente clausola di rivalsa? Ovviamente l’assicurazione pagherà il danno causato a terzi; quindi il diritto al risarcimento del danneggiato è garantito totalmente dalla compagnia assicuratrice del responsabile.

Ma, una volta fatto questo, la compagnia assicuratrice richiederà all’assicurato  la restituzione del risarcimento pagato al danneggiato esercitando così il suo diritto. E sempre in base alle clausole contenute nel contratto stipulato, la restituzione del danno può essere totale o parziale.

I casi più comuni in cui l’assicurazione applica la rivalsa sono: danni causati da disattenzione alla guida; danni causati sotto l’effetto di alcol o sostanze stupefacenti,  passeggero trasportato senza cintura, guida con patente non valida o non conforme al veicolo, danni a passeggeri di numero superiore rispetto a quello indicato nel libretto di circolazione e in ultimo i  danni causati da conducente non assicurato nella polizza (clausola di guida).

Per evitare queste situazioni spiacevoli si può, pagando un piccolo sovrapprezzo pari di solito al 2,5% sul prezzo della polizza stessa, richiedere all’assicurazione di inserire nel contratto la clausola di rinuncia alla rivalsa; in modo per l’appunto che la compagnia assicuratrice rinunzi a rivalersi nei confronti dell’assicurato.

O almeno attenersi strettamente al codice della strada evitando comportamenti a rischio.

E’ bene comunque controllare  a quali situazioni fa riferimento la rinuncia alla rivalsa da parte della compagnia per vedere se le copre tutte o meno.  In questo modo si potrà di certo guidare più tranquilli.




Altro su:



Condividi la notizia, basta un semplice click!