Risparmiare sull’Assicurazione Scegliendo la Polizza più Adatta

Spendere meno sui costi dell’assicurazione non è semplice visti i continui rincari. Ciò nonostante, se si applica qualche piccolo accorgimento scegliendo la polizza più adatta alle proprie esigenze, si riesce comunque a risparmiare anche sull’RCauto.

Polizze auto: la situazione in Italia
Il prezzo medio delle assicurazioni automobilistiche il più alto d’Europa, come lo stesso presidente dell’Antitrust ha avuto modo di verificare.

Catricalà ha inoltre evidenziato modalità poco trasparenti attraverso cui gli incrementi di premio sono resi noti ai consumatori. A questo si aggiunge il fatto che, in caso di sinistri, le compagnie assicurative cercano di pagare rimborsi più bassi rispetto alle stime reali dei danni subiti da chi subisce un sinistro.

Ciliegina sulla torta, il cartello anticoncorrenziale delle assicurazioni che in diversi casi si è trasformato in condanne e risarcimenti per le compagnie che lo avevano adottato proprio per mantenere i prezzi più alti.

Le società assicurative giustificano il costo notevole delle polizze imputandolo al fatto che, a loro dire, gli italiani fanno i furbi inscenando spesso finti incidenti per truffare le assicurazioni; precisano però che i prezzi negli ultimi anni sono diminuiti più dell’11%.

Opinione diversa quella delle associazioni di consumatori (e degli automobilisti aggiungerei io) che dal 1994 ad oggi, hanno registrato un aumento del 173%. Ad ogni modo il fatto incontrovertibile è uno solo: l’RCauto costa più del dovuto.

Vediamo in che modo è possibile correre ai ripari e spendere meno sulle polizze assicurative di auto e moto, semplicemente valutando le diverse tipologie di contratti assicurativi.

Polizza a tempo
Detta anche assicurazione temporanea è un tipo di polizza adatto a chi utilizza il proprio veicolo (auto o moto che sia) per pochi giorni a settimana, o in determinati periodi dell’anno. Classico esempio le moto o gli scooter che si usano sopratutto in estate, oppure l’automobile che viene utilizzata solo sporadicamente.

Di per sè questo contratto costa più di quelli tradizionali di circa un 30%. Se però si opta per una polizza sospendibile, si spende meno e si matura la classe di merito che fa risparmiare l’anno successivo, salvo aumenti.

Polizze a chilometraggio
Altra valida alternativa è rappresentata dalle assicurazioni a chilometraggio. Anche questo tipo di polizza è molto vantaggiosa per chi percorre pochi chilometri l’anno.

Il controllo delle percorrenza avviene attraverso l’installazione di un sistema satellitare in grado di conteggiare i chilometri effettivamente percorsi. Solitamente si paga un tot in anticipo e alla scadenza annuale del contratto assicurativo si fa il conguaglio in base ai chilometri percorsi.



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!