Bonifici Dall’Estero: Come Riceverli

Devi ricevere bonifici dall’estero? In questo articolo troverai tutte le informazioni che ti servono per sapere come farti accreditare del denaro proveniente fuori dell’Italia.

Ricezione Bonifico Estero

Ricezione Bonifico Estero

Innanzitutto l‘accreditamento può avvenire  anche su un conto corrente italiano, a prescindere dalla valuta, che sia in euro, dollari o altro.

Ci potrebbero essere però dei costi da sostenere in quanto, le banche, talvolta richiedono una commissione per farti ricevere un bonifico dall’estero.

Solitamente questo compenso da corrispondere è relativo alla ricezione dei bonifici estero provenienti da paesi Extra Ue.

Inoltre, affinchè il trasferimento di denaro vada a buon fine, occorre indicare a chi effettua il bonifico alcuni dati che troverai indicati di seguito.

Cosa serve per ricevere un bonifico estero

Occorre innanzitutto avere un conto corrente bancario che ti permetterà di ricevere denaro inviato da altri conti correnti, non solo europei ma da qualsiasi altra parte del mondo.

I dati che dovrai comunicare a chi effettua il bonifico estero, che puoi reperire in un estratto conto o nella tua area personale se utilizzi l’home banking, sono: le coordinate Iban e il codice Bic Swift.

E non ha importanza la provenienza dei bonifici perchè puoi riceverli da qualsiasi parte del mondo.

Bonifici Sepa

A titolo informativo è bene specificare che, nel caso di bonifici Sepa (Single Euro Payments Area), si intendono i trasferimenti di danaro effettuati tra nazioni appartenenti all’Unione Europea, che attualmente sono 28 compreso il Regno Unito, Paese che a breve non ne farà più parte per via della Brexit.

Alcuni non fanno parte dell’Unione Europea ma aderiscono all’European Ecnonomic Area.

Tra questi, ce ne sono 17 che utilizzano l’euro, ovvero:

  • Italia;
  • Germania;
  • Francia;
  • Spagna;
  • Portogallo;
  • Grecia;
  • Austria;
  • Finlandia;
  • Irlanda;
  • Paesi Bassi;
  • Belgio;
  • Lussemburgo;
  • Slovenia;
  • Cipro;
  • Malta;
  • Estonia;
  • Slovacchia.

Ce ne sono poi altri 11 che utilizzano una valuta diversa dall’euro sul territorio nazionale ma effettuano comunque pagamenti in euro, ovvero: Regno Unito, Svezia, Danimarca, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria, Bulgaria, Romania, Croazia.



Infine altri 5 paesi esterni all’UE utilizzano una valuta diversa dall’euro ma effettuano pagamenti in euro e sono: Svizzera, Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Principato di Monaco.

Ricezione bonifici esteri: costi

Come già accennato, anche se per ricevere bonifici dall’estero non si pagano tasse, l’istituto di credito potrebbe applicare una commissione a sua insindacabile discrezione.

Somma questa che può variare da banca a banca, in base all’importo ed alla provenienza.

Per conoscere con certezza i costi applicati dal proprio ente bancario sulla ricezione di bonifici esteri basta consultare le condizioni economiche del vostro conto corrente o nel dubbio chiedere ad un operatore della banca in cui hai il conto corrente.

Bonifici esteri: tempi accredito

Il tempo necessario affinchè l’importo del bonifico venga accreditato sul tuo conto varia dai due ai 20 giorni lavorativi.

Questa differenza dipende dalla nazione in cui si trova la banca del beneficiario, dalla valuta utilizzata per eseguire la transazione e dal canale utilizzato per fare il bonifico (SWIFT o PSD).

I periodi di ricezione in Area Sepa sono più brevi, mentre si allungano se il denaro deve arrivare in/da paesi non aderenti alla spazio economico europeo o altre parti del mondo.

Valuta del bonifico

Infine assicurati che il tuo conto possa ricevere bonifici in valuta non euro.

Questo perchè, anche se tutti i conti correnti italiani possono ricevere bonifici esteri Sepa in euro, solo alcuni sono autorizzati all’accredito di valute diverse (dollari, sterline, franchi svizzeri o altra moneta corrente).

Quando ciò è permesso, sarà la banca stessa ad effettuare automaticamente il cambio.

Ci sono però dei casi in cui non è possibile ricevere bonifici esteri in valuta diversa dall’euro.

Dunque assicurati che il tuo conto sia provvisto di tale abilitazione poichè in caso contrario, il bonifico sarà respinto e la somma ricevuta non potrà essere accreditata.





Vota l'Articolo


1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(3 voti - media: 9,67 su 10)
Loading...

Altro su:




Approfondimento





NON HAI TROVATO
LE INFORMAZIONI CHE VOLEVI?

CERCA NEL SITO