Truffe Vacanze: Come Evitarle

vacanze truffaLe vacanze truffa, sopratutto in estate, sono all’ordine del giorno. Case vacanze al mare, in campagna o in montagna affittate a prezzi più che convenienti, salvo poi scoprire che si tratta di un raggiro una volta giunti sul posto. Scopriamo come difenderci e come agiscono i furbetti degli affitti fantasma che truffano per le vacanze.

Annunci su internet anche su siti prestigiosi, prezzi allettanti, disponibilità a concedere sconti, a patto di pagare un acconto in anticipo per bloccare la prenotazione.

Questo il modus operandi dei truffatori delle vacanze che continuano a operare quasi industurbati, facendo cadere in trappola sempre nuova gente.

Gli imbroglioni di turno, complice la crisi economica e il bisogno sempre maggiore degli italiani di risparmiare sulle vacanze pur di concedersi qualche giorno di meritato riposo, sembrano avere vita facile.

Il più delle volte si tratta di case vacanza inesistenti o appartenenti ad ignari privati, che non sono al corrente dell’inganno che si sta consumando ai danni di qualche sprovveduto vacanziere in cerca dell’affare a tutti i costi. Vediamo come non farsi fregare.

Vacanze Truffa: Come Difendersi

Diffidare da prezzi troppo bassi: se di molto sotto la media, quasi certamente si tratta di un raggiro. Conviene quindi consultare più siti internet e e più strutture per farsi un’idea reale del costo medio di una vacanza nel luogo, nel periodo scelto e nel tipo di struttura desiderato.

Nomi di fantasia: i malfattori non forniscono mai nomi reali, proprio per evitare di essere rintracciati una volta consumata la truffa.

Evitando di apparire sospettosi, provare a farsi dare informazioni ad esempio sul tipo di lavoro svolto, sul territorio e magari anche ulteriori foto dell’interno della casa.

Eventuali titubanze o contraddizioni sul luogo, sullo stato della struttura e servizi offerti, dovrebbero mettere in allarme, specialmente se l’interlocutore si fa chiamare sul telefonino.

Quasi sempre infatti i furfanti delle vacanze fantasma forniscono numeri di cellulare che risultano irraggiungibili dopo aver versato l’acconto. Meglio chiedere di farsi dare un numero di telefono fisso, più facilmente rintracciabile.

Lanciate una trappola: se proprio si vuole sciogliere ogni dubbio ed essere sicuri di non incappare in una vacanza raggiro, basta chiedere la disponibilità ad un incontro per verificare la struttura, da farsi con un parente o amico che, guarda caso, abita proprio a pochi chilometri da lì.

Nel caso si riceva un rifiuto si avrà la certezza assoluta di aver avuto a che fare con un ciarlatano.

Se davvero si vogliono trascorrere vacanze all’insegna del risparmio, meglio diffidare dalle finte offerte e sopratutto dagli sconosciuti.




Altro su:



Condividi la notizia, basta un semplice click!