Pagamento in Contanti 2015: Soglie Limite nei Paesi Europei

limite contanti europaIl limite all'utilizzo dei contanti in Europa non è uguale dappertutto; ogni nazione ha le sue norme, così come avviene per tante altre cose. In alcuni stati è più o meno alta, in altri non esiste nessuna soglia. Ben 11 i paesi in cui si può spendere e spandere senza dar conto. Di seguito la lista dettagliata.

Limite 2015 all'uso dei contanti in Europa

Al di sopra del tetto indicato, ove presente, è necessario effettuare pagamenti usando metodi tracciabili, come ad esempio assegni, carte di credito, bonifici bancari ecc. L'elenco è riportato in ordine d'importo, a partire dagli stati che attualmente applicano quello più basso.

Italia: limite contanti a 999,99 euro, che presto potrebbe passare ad un tetto di spesa libero fino a 3 mila euro

Portogallo: limitazione all'uso del contante fermo a mille euro;

Francia: così come avviene in Portogallo, nessun obbligo di tracciabilità se si paga in contanti fino ad un importo pari a  1.000 euro (fino al 31 agosto scorso era di 3 mila);

Grecia: si può pagare liberamente fino ad una soglia che si attesta a 1.500,00  €;

Spagna: tracciabilità obbligatoria solo se si superano i  2.500 euro;

Belgio: fissato a 3 mila euro il limite massimo legale riguardante il danaro contante.

Vediamo ora, in ordine alfabetico, quali sono i restanti paesi del vecchio continente dove la limitazione in oggetto non esiste affatto:

Austria: nessun limite ai pagamenti in contanti;

Cipro: si può pagare tranquillamente con denaro in contante senza alcuna limitazione; 

Finlandia: non è contemplata alcuna soglia limite sopra la quale è necessario tracciare il 

Germania: nessun limite e nessuna tracciabilità obbligatoria a prescindere dall'importo speso;

Islanda: si può pagare con denaro contante senza limiti di spesa;

Lituania: non ci sono limitazioni sull'uso del denaro;

Malta: niente tetti di spesa ai pagamenti;

Paesi Bassi: è legale pagare liberamente qualsiasi importo in contanti;

Regno Unito: non ci sono norme che impongono limitazioni all'uso del danaro;

Slovenia: la legge permette di usare i propri soldi senza imporre divieti o limiti;

Svezia: come sopra.

Occorre precisare che In Italia i commercianti al minuto e le agenzie di viaggio e turismo possono accettare pagamenti sino a 15 mila euro per l’acquisto di beni e prestazioni di servizi legate al turismo da parte di cittadini extracomunitari, a condizione di porre in essere specifici adempimenti burocratici.

In Spagna poi, il limite all’utilizzo del contante è di 2.500€ per i residenti e di 15.000€ per i non
residenti, mentre in Francia il limite all’utilizzo del contante a 3.000€  vale per i residenti, mentre sale a 15 mila euro per i non residenti che agiscono come provati consumatori.

Elaborazione: Ufficio Studi CGIA su dati European Cons.



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!