Novità Rc Auto col Decreto Concorrenza

Il Dll concorrenza, provvedimento composto da 78 articoli finalizzato ad aumentare la concorrenza e le tutele dei consumatori è appena approdato in aula per il voto finale. Nel testo, moltissime novità riguardanti l’assicurazione automobilistica che contribuiranno, dopo la definitiva lettura alla Camera, ad abbattere i costi dell’rc-auto e, si spera, anche a salvaguardare maggiormente i possessori di auto e moto veicoli.

Il Capo II del ddl prevede modifiche al Cap, ovvero il codice di assicurazioni private.

Dll Concorrenza e Novità sull'Rc Auto
Dll Concorrenza e Novità sull’Rc Auto

Temi di maggior rilevanza riguarderanno  la trasparenza, gli sconti, i falsi incidenti e i rinnovi.

In primis gli assicuratori avranno il dovere di comunicare in modo chiaro e semplice tutte le condizioni di ogni singola polizza e le tariffe disponibili tra quelle presenti nel proprio portafoglio di broker del settore.

Tariffe più basse anche per gli automobilisti virtuosi che risiedono nelle zone a più alto tasso di incidenti stradali, dove i prezzi sono molto più alti della media.

In tal modo il cittadino potrà scegliere quella che più si adatta alle proprie esigenze, non necessariamente la più conveniente che costa meno, ma volendo ad esempio una che includa particolari coperture.

L’istituto di vigilanza Ivass metterà a disposizione i dati ufficiali presenti in archivio per facilitare il compito.

Diventa obbligatoria una dichiarazione scritta da parte da cui si rileva che il cliente ha ricevuto tutte le informazioni necessarie per una scelta consapevole.

Attestazione firmata, senza la quale, il contratto assicurativo può essere ritenuto non valido.

Sconti in arrivo per gli automobilisti che accetteranno di installare sul proprio mezzo la cosiddetta black box ovvero la scatola nera attraverso cui la compagnia assicurativa potrà controllare lo stato di salute del veicolo, ricostruire le responsabilità in caso di incidente, impedire l’accensione del motore se il conducente del veicolo ha bevuto troppo.

C’è da dire che riguardo gli sconti sarà l’Ivass a disciplinarne le regole attraverso specifica regolamentazione.

Sconti che, occorre sottolinearlo, saranno obbligatori per le assicurazioni. Le società che dovessero venir meno a tale vincolo saranno passibili di sanzioni pecuniarie di importo variabile da un minimo di  10 mila fino ad un massimo di 80 mila euro.

Stretta su incidenti fasulli e testimoni falsi, usati spesso volutamente con lo scopo di frodare le assicurazioni. Per porre fine a tale malcostume, qualora si dovessero verificare incidenti, il nome o i nomi di chi ha assistito dovranno essere comunicati tempestivamente.

Aiuterà a smascherare i furbetti una banca dati che riporterà gli estremi di tutti i sinistri e di chi ha testimoniato nei 5 anni precedenti.

Oltre a quanto detto è prevista l’introduzione di tabelle per il risarcimento delle macro e delle microlesioni derivanti da sinistri.

Riguardo i rinnovi invece non saranno più automatici come in passato ma dovranno essere stipulati nuovamente ad ogni scadenza.



Condividi la notizia, basta un semplice click!