Oggetti in Regalo Gratis su Facebook

Te lo regalo se vieni a prenderlo è il nuovo gruppo nato su Facebook che offre l’opportunità di regalare o ricevere in dono oggetti ancora funzionanti e  in buono stato, che magari noi non usiamo più, ma che possono essere utili ad altre persone.

Il tutto nello spirito della donazione gratuita, a patto che, il nuovo proprietario, si rechi personalmente a ritirare a domicilio l’oggetto di cui vuole entrare in possesso.

Praticamente un sistema che va oltre il baratto, ovvero la donazione incondizionata pura e semplice: una volta tanto si può utilizzare letteralmente il concetto di gratis.

Alzi la mano chi non ha in casa un oggetto, un mobile, un elettrodomestico o qualsiasi altra cosa che non usa più.

Piuttosto che tenerlo conservato chissà per quanto, facendolo finire prima o poi in discarica, perchè non cederlo ad altri che magari potrebbero averne bisogno e non hanno la possibilità di acquistarlo?

Tra l’altro, con un piccolo gesto intriso di solidarietà, si creano relazioni sociali e possono anche nascere delle amicizie dato che per ritirare l’oggetto desiderato, bisogna recarsi personalmente a casa del donatore.

Ovviamente ciò non è obbligatorio; infatti, chi non desidera incontrare la persona che deve ritirare un nostro oggetto ceduto gratuitamente, può sempre lasciare il pacco fuori dalla porta di casa, nel giorno ed orario stabilito, con un biglietto allegato che riporti la dicitura: “te lo regalo se vieni a prenderlo (Facebook)”.

Non solo solidarietà e rapporti umani ma anche salvaguardia dell’ambiente poichè così facendo si riduce l’inquinamento evitando che, oggetti ancora funzionanti e in buono stato, vadano a finire inevitabilmente nelle discariche.

Un connubio perfetto tra sviluppo sostenibile (ambientale, sociale ed economico) e rapporti umani basati sul bene comune.

Non a caso, lo slogan del progetto è: Evolversi vuol dire utilizzare le risorse.

Perchè, come lo stesso ideatore del progetto (il 47enne Salvatore Benvenuto) ha dichiarato: un conto è affidare qualcosa a un’associazione benefica o a un’organizzazione come la Caritas, e delegare loro il compito di consegnarlo a chi ha bisogno; un altro è incontrare personalmente una persona, creare una relazione grazie ad oggetti da donare.

Il meccanismo è tanto semplice quanto efficace: basta inserire un annuncio magari corredato da una foto ed aspettare che la persona interessata si faccia avanti con un messaggio, chiedendo di averne bisogno, a patto che ci sia la disponibilità di andarlo a ritirare di persona.

Tra le altre regole che spiccano in bacheca sulla pagina del gruppo Facebook e che è bene conoscere se si ha intenzione di aderire:

– non si accettano profili di attività professionali, associazioni o enti, ovvero: lo scambio è permesso esclusivamente da privato a privato;

– gli annunci pubblicati devono avere eslcusivamente come oggetto offro regalo o cerco in regalo;



– non sono ammessi annunci che abbiano a che fare con la donazione di animali;

– gli oggetti regalati devono essere destinati ad uso privato;

– i donatori devono mettersi in contatto coi richiedenti in maniera privata, senza lasciare dati pubblici in bacheca;

– gli annunci giunti a conclusione devono essere cancellati per lasciare visibilità a quelli ancora inevasi.

Oltre alle norme sopra indicate, vigono comunque quelle del buon senso e del rispetto degli altri: niente linguaggi scorretti offensivi o volgari, massima correttezza da parte di tutti, evitare gli abusi; in ogni caso, se non si rispettano le regole si rischia l’esclusione definitiva dal gruppo.

Per facilitare la ricerca degli annunci e tenere la bacheca sempre ben ordinata, è bene seguire i seguenti accorgimenti:

Specificare prima dell’annuncio : OFFRO – CERCO – (in maiuscolo);

Pubblicate se possibile una fotografia reperibile anche in rete (molto importante);

Quando fate un offerta inserite sempre il luogo di ritiro dell’oggetto;

Quando cercate un oggetto inserite sempre il luogo dove abitate.

Originariamente il progetto è stato lanciato nel Canton Ticino, in Svizzera, ma ben presto si è esteso a gran parte delle Regioni italiane.

Di seguito la lista dei gruppi locali attualmente attivi, coi relativi link di riferimento:

Canton Ticino
Romandia
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche 
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d’Aosta
Veneto
Elmas 
Lamezia Terme

Se hai bisogno di un oggetto che non puoi permetterti di comprare, o se vuoi donare qualcosa (in alternativa al baratto) che non usi più ma che potrebbe servire ad altri, il posto giusto è Facebook, alla pagina del gruppo te lo regalo se vieni a prenderlo.







Approfondimento





NON HAI TROVATO
LE INFORMAZIONI CHE VOLEVI?

CERCA NEL SITO