Nuova Equitalia: il Cambiamento che Non c’è

nuova equitaliaTutti a parlare delle novità riguardanti l’ente di riscossione statale secondo cui, a breve, dovrebbe esserci un atteggiamento più morbido da parte dell’esattore pubblico nei confronti di chi ha piccoli debiti (indicativamente, al di sotto dei 2 mila euro). Di fatto non cambierà nulla rispetto al passato. Vediamo il perchè.

Novità Equitalia sui Piccoli Crediti

Riguardo i mini ruoli non sarà più automatico l’invio delle cartelle esattoriali; è prevista infatti l’introduzione di un sollecito telefonico che precederà degli inviti bonari a saldare il dovuto, che comunque sfoceranno nelle consuete procedure di riscossione esecutiva.

Concretamente cosa c’è di diverso? Praticamente nulla tranne l’allungamento dei tempi, dei relativi interessi e solo una parvenza di minor rigidità, lasciando di fatto le cose così come erano prima.

Il motivo è presto detto: se un contribuente ha un debito con l’erario non sarà certo una telefonata o un avviso bonario in più a permettergli di trovare i soldi per mettersi in regola.

Qualche fonte parla anche di ampliamento dei tempi di rateizzazione fino a dieci anni, esclusione del sequestro della prima casa, limitata pignorabilità di pensioni, stipendi e beni strumentali d’impresa.

Ufficialmente non si sa ancora quali di questi cambiamenti corrisponderanno effettivamente al vero.

Unica certezza è che la proposta fatta dal Movimento 5 Stelle di abolire Equitalia è stata bocciata a larga maggioranza dall’esecutivo.

Gli ultimi slogan governativi decantano anche un eventuale scorporo di Equitalia dall’Agenzia delle Entrate, al fine di abbattere il conflitto di interessi ancora esistente, attraverso cui fino ad oggi, si rischiava di dover pagare anche quando non dovuto, proprio perchè i due enti non si sognavano minimamente di contraddirsi in eventuali casi di errore.

In un modo o nell’altro, fatto sta che al momento si tratta solo di belle parole che non sappiamo ancora se e quando si tramuteranno in fatti.

Perchè si sà, nel paese delle tasse, è più facile mettere nuovi balzelli piuttosto che trovare il modo di creare un fisco più equo e a misura d’uomo.




Altro su:



Condividi la notizia, basta un semplice click!