Gomme Invernali per Risparmiare

cartello stradale obbligo pneumatici invernaliPneumatici invernali obbligatori in molte città con l’arrivo del freddo.

Ripartono infatti, come ogni anno, le ordinanze per l’obbligo di catene a bordo o gomme da neve.

Essere muniti di strumenti idonei a circolare in auto sulle strade d’inverno, oltre a ridurre il rischio incidenti, evita di incorrere in multe salate.

Pneumatici invernali: a cosa servono

Le gomme invernali, obbligatorie in molte zone d’Italia (e non solo) nei mesi invernali, hanno essenzialmente il compito di ridurre gli incidenti e gli ingorghi stradali che si creano puntualmente con le strade ghiacciate dal freddo o a causa della neve.

Questo perchè, per come sono fatte, hanno la capacità di ridurre drasticamente lo spazio di frenata.

Ottime non solo per ghiaccio o neve ma anche per brina, pioggia e conseguente asfalto bagnato; praticamente le gomme termiche sono indispensabili durante tutta la stagione fredda e non solo in caso di grandi nevicate.

Proprio per evitare o ridurre i disagi stradali, gli amministratori di svariate città del bel paese, come previsto dalla legge nei mesi freddi,  prendono provvedimenti che consistono nel rendere obbligatorio l’utilizzo di pneumatici invernali e catene da neve.

Gomme per l’inverno: cosa dice la legge

Con le nuove norme (29 luglio 2010 legge numero 120 e relative modifiche al comma 4 dell’articolo 6 del Codice stradale), diventa obbligatorio essere equipaggiati con catene da neve o pneumatici invernali laddove prescritto.

Viene stabilito che: i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio.

Violare la legge oltre ad essere un reato, costituisce un gesto di irresponsabilità capace di ripercuotersi negativamente su tutto il sistema della circolazione, di cui ogni conducente deve sentirsi parte integrante.



Gomme da neve: cosa cambia rispetto

La differenza rispetto agli altri anni è dovuta sopratutto al fatto che, da poco, la norma che ne regolamenta l’obbligo è stata resa più efficace grazie ai nuovi cartelli stradali per i quali il ministero dei Trasporti ha dato il via libera all’omologazione.

Per conoscere il periodo preciso di ogni specifico Comune è possibile consultare il calendario territoriale coi periodi di inizio e fine obbligo di utilizzo gomme termiche.

Cartelli stradali gomme da neve

I nuovi cartelli stradali che indicano l’obbligo d’uso di catene da neve o pneumatici invernali, nelle strade in cui gli stessi sono apposti, sono a fondo verde per le autostrade e a fondo blu per le altre strade.

Ordinanza gomme da neve

Con lievi differenze che comunque non ne alterano la sostanza, l’obbligo di usare le gomme per l’inverno può variare da città a città solo riguardo le date di inizio e fine del periodo, oltre che in merito all’importo delle sanzioni da pagare se non si rispetta il regolamento.

L’ente o il gestore della strada può decidere di cambiare il periodo in cui vige l’obbligo che solitamente va da metà novembre a metà aprile.

Obbligo pneumatici invernali e sanzioni

L’inosservanza delle ordinanze riguardo l’obbligo di utilizzo di pneumatici invernali comporta la contestazione di sanzioni pecuniarie da parte degli organi di polizia con l’aggiunta anche del provvedimento di interdizione del transito fino a quando il conducente non provveda a disporre il proprio veicolo di quanto stabilito dalla legge.

A fissare le multe per i trasgressori sono gli stessi enti e gestori, in quanto il nuovo CdS non prevede sanzioni.

Le sanzioni molto spesso prevedono anche il fermo del veicolo, finchè non si montano gomme invernali o si hanno a bordo catene da neve.

Pneumatici invernali e risparmio

Per mettersi in regola, viaggiare sicuri attraverso l’uso di pneumatici adatti al clima della stagione fredda e sopratutto risparmiare sull’acquisto dei pneumatici invernali, è possibile approfittare delle offerte sempre più allettanti di siti web specializzati nella vendita di gomme online.

Obbligo gomme invernali: date di inizio

Solitamente si va da inizio novembre a metà aprile; ogni amministrazione però decide autonomamente in base alle condizioni climatiche che ne caratterizzano la zona.







Approfondimento





NON HAI TROVATO
LE INFORMAZIONI CHE VOLEVI?

CERCA NEL SITO