Risparmiare Limitando il Consumo di Additivi Alimentari

Sempre secondo quanto spiegato sul sito del ministero della sanità:

…gli additivi alimentari sono sostanze studiate e controllate da Organizzazioni Internazionali e Nazionali. Per essi è fissata una dose accettabile giornaliera, che rappresenta la quantità di additivo che può essere ingerita giornalmente attraverso la dieta nell’arco di vita senza che compaiano effetti indesiderati.

Nella preparazione e conservazione degli alimenti è autorizzato l’impiego solo di quelle sostanze esplicitamente elencate in una apposita lista positiva ed il principio autorizzativo della lista positiva è la prima garanzia a tutela del consumatore.

Svariate sostanze sono tutt'ora sotto esame da parte degli organi preposti, alcune di queste sono consentite dalla legge ma contestate da molti, altre ancora sono considerate tossiche solo in qualche nazione.

Additivi alimentari: quali sono e a cosa servono

Assodato che leggere le etichette che troviamo sugli alimenti può aiutarci a fare un minimo di scelta limitando l'acquisto di ciò che contiene additivi, cerchiamo ora di capire cosa e quali sono queste fatidiche sostanze che col cibo poco o niente hanno a che fare.

Coloranti
Vengono utilizzati per rendere i prodotti più invitanti e gradevoli alla vista. Alcuni coloranti sono di origine naturale (vegetale), altri sono sintetici (ottenuti chimicamente in laboratorio).

Conservanti
Servono a prolungare la durata di conservazione dei prodotti (scadenza) preservandone la freschezza ed evitando che vengano aggrediti da microrganismi come ad esempio i batteri.

Antiossidanti
Prolungano la durata di conservazione dei prodotti alimentari proteggendoli dalle alterazioni provocate dall’ossigeno nell'aria, ovvero, prevengono i fenomeni di irrancidimento.

Emulsionanti
Sono impiegati per stabilizzare e omogeneizzare in un prodotto alimentare, sostanze che tra loro sono difficili da miscelare  (ad esempio, l’acqua e l’olio) consentendo di disperdere i diversi componenti in maniera stabile.

Gelificanti
Vengono usati per aumentare la viscosità degli alimenti a cui sono addizionati, conferendo una caratteristica consistenza attraverso la formazione di un gel.

Additivi alimentari: come evitare di assumerne in eccesso

La legge stabilisce i livelli massimi consentiti, facendo riferimento ad un uso moderato di alimenti che li contengono, prevedendo un ampio margine di sicurezza. Purtroppo gli additivi sono presenti ovunque ed è praticamente quasi impossibile non superare le dosi quotidiane.

Questo inevitabilmente fa sorgere diversi dubbi e rende difficile valutare l’interazione tra diverse tipologie di additivi e i possibili effetti nell'organismo. Fortunatamente sia chi è pro sia chi è contro concorda su alcuni punti per evitarne l'eccessiva assunzione.

Qualche semplice regola sicuramente salutare: aumentare il consumo di frutta e verdura di stagione pesce e prodotti freschi, limitare il consumo delle carni mangiando preferibilmente quelle bianche, bere molta acqua, limitare il consumo di grassi o di cibi che li contengono, scegliere prodotti confezionati che hanno il minor numero possibile di additivi.

Su internet basta fare qualche ricerca per trovare notizie riguardo gli additivi alimentari, anche se risulta poi difficile assimilarle in un'unica risorsa. Uno dei punti che mi pare doveroso evidenziare riguarda le visioni discordanti dell'opinione scientifica mondiale su alcuni additivi.

La Commissione Codex Alimentarius, organo congiunto FAO/OMS, che sviluppa le linee guida per la sicurezza alimentare a livello internazionale, sta lavorando alla stesura di una nuova “Normativa Generale per gli Additivi Alimentari” con l’obiettivo di stabilire uno standard unico che riguardi tutto il commercio mondiale.

Finchè questo non avverrà, si lasci a noi consumatori almeno il beneficio del dubbio riguardo l'(ab)uso che facciamo di alimenti ricchi di additivi. Infatti se di molti non è stata provata alcuna conseguenza sulla salute, non si ha nemmeno la certezza che ciò non avvenga con il tempo.

Per quanto mi riguarda, quando faccio la spesa, per cercare di mangiare sano uso una lista degli additivi alimentari che è meglio evitare, anche se classificati come dannosi solo in nazioni che seguono una regolamentazione diversa dalla nostra. Poi ognuno si regoli come meglio crede; l'importante è essere informati e scegliere consapevolmente.



NON HAI TROVATO
LE INFORMAZIONI CHE VOLEVI?
CERCA NEL SITO