Pensione di Invalidità e Assegno di Accompagnamento: Non Fanno Reddito

Il nuovo Isee appena nato e da poco entrato in vigore, è destinato a subire ulteriori modifiche dopo che una sentenza del Tar del Lazio ha stabilito che Pensione di Invalidità e Assegno di Accompagnamento per le persone disabili non possono essere considerati come fonte di ricchezza.

Per tale motivo non ha più alcun valore quella norma che considerava come reddito disponibile gli assegni e le indennità percepite da chi si trova in una situazione di svantaggio, e che eliminavano di fatto l’accesso ad aiuti e prestazioni sociali.

Il governo dovrà quindi modificare l’Indicatore della situazione economica equivalente entrato in vigore a inizio 2015, tenendo conto delle illegittimità riscontrate dal tribunale amministrativo regionale.

Secondo i giudici, il reddito può essere definito tale solo se di fatto contribuisce ad accrescere la ricchezza di un individuo, cosa che non può avvenire per gli emolumenti riconosciuti a titolo meramente compensativo e/o risarcitorio a favore delle situazioni di disabilità.

Il tribunale amministrativo, inoltre, ha ritenuto iniidonee le franchigie introdotte dal governo proprio per abbattere la parte di reddito derivante dai contributi di tipo assistenziale, previdenziale e indennitario.

Deve essere annullata anche la parte di regolamento del nuovo Isee che prevedeva franchigie variabili a seconda che il disabile sia maggiorenne o minorenne.

Ora potranno accadere solo 2 cose: o il governo apporterà le modifiche indicate dai magistrati, oppure dovrà opporsi presentando ricorso.

La seconda ipotesi è quella più plausibile visto che il PD, con una dichiarazione della senatrice Maria Cecilia Guerra, ha già fatto sapere che considera la sentenza un errore di interpretazione della volontà del legislatore ed esclude che il nuovo Isee penalizzi le famiglie con disabili.

Di certo la senatrice non sa che molte persone, sopratutto con figli disabili, vivono quasi in miseria e fanno fatica anche a pagare l’affitto di casa.




Altro su: >



Condividi la notizia, basta un semplice click!