Terremoto: Cosa Fare in Caso di Scosse Sismiche

Accorgimento importante: uscendo dal portone di casa, bisogna fare molta attenzione a non essere colpiti da eventuali oggetti che potrebbero cadere dall’alto ( pezzi di intonaco, calcinacci, vetri rotti delle finestre, tegole, cornicioni, vasi di fiori, ecc.).

Se invece siete rimasti bloccati in casa  e non potete uscire, disponete un tavolo nel vano di una porta inserita in un muro portante (quelli più spessi) o sotto una trave e riparavi sotto.

Assicuratevi inoltre che nelle vicinanze non ci siano mobili, vetri o oggetti pesanti su mensole e scaffali che potrebbero cadervi addosso.

Mettetevi in contatto telefonico con qualcuno che possa venire ad aiutarvi; se le linee telefoniche sono intasate, provate a mandare un sms di aiuto a qualche conoscente indicando il punto esatto della casa in cui vi trovate.

Vale la pena fare la stessa cosa usando internet, magari scrivendo un messaggio su Twitter o postando il vostro stato su Facebook. Sopratutto Twitter infatti,  nei casi di emergenza come alluvioni e terremoti, si è sempre rivelato uno strumento di comunicazione molto utile.

Nella timeline del social network in questione infatti, quando accade un evento sismico, viene attivato un apposito hash tag (ad esempio #terremoto) che aiuta le persone colpite dal sisma a restare informate e conoscere numeri di telefono recapiti e indirizzi utili a cui fare riferimento.



Se vi trovate in un luogo pubblico (uffici, scuole, ecc) o al lavoro, informatevi sul piano d’emergenza predisposto per queste emergenze, collaborate coi responsabili e seguite le indicazioni ricevute.

Se vi trovate al volante evitate di fermarvi nelle vicinanze di ponti (potrebbero crollare), terreni franosi (potrebbero cedere), gallerie o spiagge. Evitare inoltre di ingombrare la strada con la propria auto in modo da rendere più agevole il passaggio di ambulanze o altri mezzi di soccorso.

Se il cellulare funziona limitatene l’uso al minimo indispensabile, per non intralciare i soccorsi, far durare di più la batteria e sopratutto dar modo a chi ne ha bisogno di poter telefonare.

Una volta cessate le scosse di terremoto è bene offrire il proprio aiuto alle persone che si trovano vicine, agevolando i soccorsi, tenendo ben in mente di non muovere persone gravemente ferite, onde evitare di aggravarne le condizioni fisiche e raggiungere i Centri di raccolta stabiliti dai Piani di Emergenza locali.

Condividi questo articolo su Facebook, Twitter e Google plus, potrebbe essere utile a tante persone.




Pagina Precedente




Approfondimento





NON HAI TROVATO
LE INFORMAZIONI CHE VOLEVI?

CERCA NEL SITO