Risparmiare Facendo il Pane in Casa

Fare il pane in casa permette di mangiare in modo più salutare ma anche di risparmiare soldi visto che ormai, in diverse città italiane, il costo al chilo è superiore ai 4 euro, nonostante si tratti di un bene di primaria necessità. Il procedimento è semplice e alla portata di tutti.

Pane fatto in casa: la convenienza

Una famiglia media, composta ad esempio da 4 persone, per il solo acquisto del pane fresco può arrivare a spendere anche più di mille euro all’anno; se si prende l’abitudine di fare il pane in casa il risparmio è assicurato: due terzi di questa cifra possono rimanere tranquillamente nel portafogli.

Già solo questo dovrebbe bastare come motivazione ma se così non fosse e si vuole guardare anche l’aspetto nutrizionale,  c’è da dire che, il pane fatto in casa usando gli ingredienti giusti, è senza dubbio anche più salutare di quello acquistato.

Per un semplice motivo: si può scegliere una buona farina e di sicuro non si metteranno additivi tra gli ingredienti, come invece talvolta può accadere nei processi di panificazione.

Altro aspetto riguarda la durata del pane stesso: quello comprato dura molto meno rispetto a quello preparato con le proprie mani perchè indurisce e ammuffisce prima.

Se poi per la preparazione si usa il lievito madre, profumo, croccantezza e sapore non hanno niente da invidiare al pane più pregiato che si trova nei negozi.

Tante le ricette per preparare il pane in casa risparmiando, scegliere la farina migliore e per produrre in proprio il lievito madre.

Bisogna tener conto che il pane non va più sprecato e buttato via (anche questa è convenienza oltre che risparmio), semplicemente perchè quello casalingo può durare anche quattro o cinque giorni senza che perda la sua freschezza.

In fin dei conti preparare il pane in casa è senza dubbio più salutare oltre che più conveniente e regala anche tante piccole gratificazioni personali. Vogliamo mettere il piacere di mangiare qualcosa di buono preparato con le proprie mani?

Ancora una precisazione per i più pignoli: nel calcolo dei costi bisogna considerare anche il tempo necessario per la preparazione: pochissimo se si usa la macchina del pane, maggiore se si impasta a mano.

Quanto costa fare il pane in casa

Volendo ridurre ai minimi termini, un chilo di pane fai da te tra ingredienti, gas (se si usa il forno a gas per la cottura) o elettricità (se si utilizza per la preparazione la macchina del pane che oltre ad impastare lo cuoce anche, oppure il forno elettrico), ha un costo di circa un euro al chilo.

Se dalle vostre parti costa meno (cosa piuttosto improbabile) potrebbe non essere conveniente, ma se poi si va a vedere quanto tempo mantiene fresco in casa il pane comprato nei giorni precedenti, non ci vuole poi molto a superare i costi indicati.

In Italia si consumano mediamente 68 kg di pane pro capite ogni anno; moltiplicando questo dato per il numero di componenti del proprio nucleo familiare e poi aggiungendo un 25% al risultato, per tenere conto anche degli sprechi e avanzi, ovvero del pane che va buttato perchè diventa duro, gommoso o comunque immangiabile, si ottiene la cifra esatta della spesa annua.

Avremo quindi per una famiglia media italiana (composta da 4 persone) 68 moltiplicato 4 + 25% che dà come risultato 340.

Questo è il  numero che, moltiplicato per il prezzo al chilo del pane dalle nostre parti, ci permetterà di sapere quanto spendiamo.



Nell’esempio, ipotizzando un costo al chilo di 3 euro, la cifra annuale spesa ammonterà a 1040 euro.

Macchina del Pane in Offerta su Amazon

Moulinex OW6101 Home Bread Baguette Macchina del Pane con 16 Programmi Preimpostati, Capacit? Extra fino a 1.5 kg,1650 W, Bianco

EUR 119,99

clicca qui per saperne di più

Pane fatto in casa: i prezzi nel dettaglio

Quali sono i costi invece per la panificazione casalinga?

Farina da 1 kg: prezzo medio da 50 centesimi a 1 euro (dipende dalla qualità e da eventuali offerte);

Lievito: pochi centesimi per kilo di pane (facciamo 2 per tenerci alti ma se si fa il lievito madre il costo scende a zero e il pane è più buono);

Acqua, sale, zucchero: mettiamo altri 3 centesimi?

Corrente elettrica o gas: stando sempre larghi, altri 45 centesimi?

Eccoci arrivati al prezzo finale: il costo di un chilo di pane preparato in casa è pari all’incirca ad un euro al chilo.

Col pane fatto in casa e considerando zero sprechi (perchè rimane fresco più giorni) si spenderebbero annualmente 340 euro con un risparmio stimato di ben 700 euro, che sono tutt’altro che briciole. Provare per credere!

Pane fatto in casa: la farina da utilizzare

Visto che oltre a risparmiare soldi facendo il pane in casa si ha la possibilità di prepararlo in modo più genuino e qualitativamente migliore, è bene scegliere una buona farina, preferibilmente di grano duro o integrale.

Non facile da trovare, la si può acquistare solitamente nei negozi specializzati in prodotti dietetici, oppure online direttamente dalle aziende biologiche che lo coltivano e lo producono.

Sicuramente, a prescindere dalla farina e sopratutto se si usa il lievito madre, verrà fuori un pane di gran lunga più buono di quello comprato oltre che più economico e a buon mercato.

Se per prepararlo si usa la macchina del pane (che impasta e cuoce) poi si risparmia anche tempo e non c’è paura dei consumi di energia visto che, si parla di pochi watt solo nel momento della cottura.





Vota l'Articolo


1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(50 voti - media: 10,00 su 10)
Loading...

Altro su:




Approfondimento





NON HAI TROVATO
LE INFORMAZIONI CHE VOLEVI?

CERCA NEL SITO