Come Difendersi dai Ladri in Casa

Proteggere la casa dai ladri può evitare di ritrovarsi con l’appartamento svaligiato magari di ritorno dalle vacanze, anche se i ladri non agiscono solo quando le abitazioni sono vuote.

Scassinatore che forza una Porta

Non a caso i furti in casa aumentano nel periodo estivo.

Complice anche la crisi ma anche i tagli alle risorse riservate alle forze dell’ordine, il numero dei furti in casa è in costante aumento.

Dato rilevato anche dalle crescenti denunce che comunque restano molto al di sotto dei reati commessi.

La cosa peggiore però è che la maggior parte delle volte questo tipo di reati restano impuniti e quindi difficilmente i legittimi proprietari rientrano in possesso di ciò che gli è stato sottratto.

E forse è proprio per questo che molti cittadini rinunciano anche a sporgere denuncia, cercando il modo migliore per proteggersi, installando ad esempio porte blindate o sistemi d’allarme.

Secondo i dati del Viminale sull’andamento della microcriminalità, dal 2010 al 2012 sono aumentati a dismisura i furti nelle case.

Secondo le statistiche è stato rilevato un incremento dei furti in casa pari al + 101% in Trentino Alto Adige, + 64% in Emilia Romagna, + 58% nelle Marche e in Liguria, + 55% in Calabria, + 52% in Veneto, più 51% in Sicilia, + 50% in Toscana, + 44% in Valle d’Aosta, + 43% in Friuli Venezia Giulia, + 40% in Campania, + 30% in Piemonte Puglia e Sardegna, + 23% in Lombardia, + 18% in Lazio.

Furti appartamento: come prevenirli

Parti da un presupposto: quelli che a te possono sembrare nascondigli sicuri in casa, per un topo di appartamento quasi sempre sono invece i posti più ovvi.

Dunque ci sono delle regole dettate più dal buon senso che da altro per evitare visite da parte dei cosiddetti topi d’appartamento.

Se chi ruba nelle case riesce a farla franca nella maggior parte dei casi, l’arma migliore per difendersi dai ladri resta quella della prevenzione.

Furti in casa: giorni orari e periodi più a rischio

Anche se la maggior parte dei ladri non si fanno scrupoli a rubare in casa a prescindere da tutto, pare che gli orari più a rischio siano quelli compresi tra le 2 e le 5 del mattino e tra le 18 e le 21 di sera, purtroppo talvolta anche in presenza degli stessi proprietari.

Giorni preferiti da chi delinque intrufolandosi nelle case altrui sono quelli del fine settimana (sopratutto il venerdì e il sabato), mentre il mese preferito dai ladri è dicembre, seguito a ruota dal periodo estivo, quando la gente lascia incustodita la propria dimora per andare in vacanza.

Difendersi dai ladri sui social network

Sei tra quelli che su Facebook, Twitter, Google plus Foursqare o altri social network hanno l’abitudine di comunicare sempre con chi stai, cosa fai e sopratutto dove sei?

Sappi che i ladri potrebbero spiare i tuoi account scoprendo che stai a centinaia di chilometri da casa, rientrerai tra qualche giorno o stai partendo per le vacanze; saranno ben lieti di venire a farti visita.

Precauzioni da prendere:

modifica le impostazioni della privacy, in modo che solo gli amici possano leggere o vedere ciò che scrivi e/o pubblichi;

non scrivere dove abiti o peggio ancora l’indirizzo e il civico di casa, daresti solo informazioni utili ai malintenzionati;

allo stesso modo meglio non condividere foto o immagini che possano rivelare la tua casa o eventuali punti di interesse nei paraggi;

accetta richieste di amicizia (riferito a Facebook e agli altri social che funzionano in modo simile) solo da gente che conosci anche nella vita reale;



evita di far sapere i tuoi spostamenti, sopratutto se ti allontani da casa per medi o lunghi periodi;

frena il desiderio di fotografare e mostrare a tutti l’ultimo gadget tecnologico o oggetto di valore appena comprato o ricevuto in regalo poichè potrebbe attirare l’attenzione dei ladri;

disattiva la funzione di geo-localizzazione per evitare che la tua posizione compaia nei commenti online.

Altri accorgimenti per proteggere la casa dai ladri

Cassetta della posta e controlli in appartamento

Se ci si assenta per le vacanze, per lavoro o per altri motivi, è bene incaricare una persona di fiducia (lasciando le chiavi) affinchè prelevi quotidianamente la posta dalla buca delle lettere ed entri in casa a controllare che tutto sia a posto.

Questo perchè una cassetta della posta intasata è un chiaro segnale che indica ai ladri la lunga assenza dei proprietari.

Citofono e buca lettere a prova di ladro

In alternativa è possibile attivare il servizio Aspettami delle Poste italiane, che permette di conservare a pagamento la corrispondenza (esclusi pacchi e raccomandate) nei loro uffici per un periodo di tempo prestabilito (raccomandate e pacchi).

Metti solo il cognome sia sul citofono che sulla cassetta della posta, per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini (il nome identifica l’individuo, il cognome la famiglia).

Tappeti impolverati e rischio effrazioni

Ricordati di non far rimuovere dall’addetto alla pulizia dello stabile lo zerbino dal tuo appartamento: è un segnale di assenza.

Onde evitare che l’addetto alle pulizie condominiali dopo aver pulito lasci il tappetino all’ingresso di casa sollevato da terra o appoggiato vicino alla porta d’ingresso, è preferibile dare indicazioni di non lasciarlo alzato o meglio ancora sarebbe non rimuoverlo del tutto fino al ritorno poichè potrebbe rappresentare un chiaro segnale che in casa non c’è nessuno.

Consumi elettrici e topi di appartamento

Occhio al contatore elettrico: i nuovi contatori ormai in dotazione dappertutto, hanno la particolarità di riuscire a segnalare la mancanza di consumi.

Questo indica ai ladri la possibilità di agire indisturbati visto che, se ci si allontana da casa per un viaggio, c’è l’abitudine di spegnere gli elettrodomestici o staccare la corrente.

Inoltre, staccando la luce, staccando la luce, i ladri possono disattivare eventuali sistemi di allarme neutralizzandone l’efficacia. E’ bene quindi dotarsi di un apposito armadietto chiuso a chiave che preservi il controllo del contatore da occhi indiscreti.

Ove ciò non fosse possibile, evitare almeno di metterci sopra una targhetta che indichi a quale appartamento corrisponde quello specifico contatore.

Segreteria telefonica contro i furti in casa

Per lo stesso motivo è bene registrare un messaggio in segreteria telefonica che non faccia capire a chi dovesse telefonare che si assenti per lungo tempo.

Chiavi di Casa e prevenzione furti

Non lasciare a portata di mani le chiavi di casa, o peggio ancora tenerle sotto lo zerbino o in un vaso dei fiori in cortile o in giardino: sono quelli i primi posti in cui un ladro va a guardare prima di tutto.

Allo stesso modo, evita di attaccare al portachiavi targhette con nome e indirizzo che possano, in caso di smarrimento, far individuare immediatamente l’appartamento.

Al sicuro dai ladri affidandosi a un vicino

Se ci si sposta per il fine settimana, sarebbe buona norma avvisare un vicino di casa con cui si è in buoni rapporti, lasciandogli il numero del cellulare per essere contattati in caso di necessità.

Luci accese in casa per allontanare i malintenzionati

Lascia sempre accesa una luce in casa se esci anche per poche ore per fare la spesa o per portare fuori il cane. Se invece si tratterà di una assenza prolungata, niente di meglio che una lampada collegata ad un temporizzatore che accenda e spenga la luce a intervalli orari diversi e prestabiliti.

Soldi e preziosi al sicuro dal ladri

Se devi allontanarti per alcuni giorni, meglio non lasciare denaro, gioielli o oggetti di valore in casa: nella maggior parte dei casi eventuali ladri saprebbero trovarli a prescindere dal nascondiglio scelto.





Vota l'Articolo


1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(52 voti - media: 9,96 su 10)
Loading...

Altro su:




Approfondimento





NON HAI TROVATO
LE INFORMAZIONI CHE VOLEVI?

CERCA NEL SITO