Auto Usate: Risparmiare Scegliendole Bene

Comprare un’auto usata consente di ottenere un forte risparmio, senza che questo influisca necessariamente sulla qualità del veicolo acquistato. Bisogna però adottare i dovuti accorgimenti per evitare truffe o scelte sbagliate che inevitabilmente si ripercuotono in maniera negativa sul bilancio familiare.

Perchè acquistare un’auto usata
Il principale vantaggio è il prezzo che per forza di cose è inferiore a quello del nuovo. E anche se così non fosse, le auto nuove che costano meno, se un minuto dopo che sono state comprate si decide di rivenderle, vengono valutate migliaia di euro in meno.

Nel corso dei primi due anni di vita poi, il valore di mercato si riduce drasticamente. Ricorrendo all’usato il risparmio è sicuro a condizione di stare attenti alle frequenti fregature nella vendita o acquisto automobili di seconda mano.

Come scegliere l’auto usata
Ci si può rivolgere ad un autosalone o ad un privato oppure cercare fra le auto usate online. In ogni caso, quando si pensa di aver trovato la giusta occasione è bene essere prudenti.

Ci sono infatti diversi controlli preliminari da fare, proprio per essere sicuri che il mezzo scelto non debba essere fonte di problemi futuri.

Auto usate da privati e autosaloni
Per comprare un’automobile ci si può rivolgere agli autosaloni rappresentati talvolta da case automobilistiche, che offrono maggiori garanzie. In alternativa ci sono i privati che solitamente vendono le proprie auto tramite inserzioni sui giornali di annunci economici o nei vari mercatini e siti web del settore.

Verifica delle condizioni di un’auto usata
Non c’è niente di meglio che fare un controllo accurato prima dell’acquisto analizzando gli aspetti più importanti del mezzo scelto in modo che l’acquisto di un’auto usata corrisponda poi ad un risparmio reale.

Interni dell’auto
Altro indicatore delle condizioni delle auto usate è sicuramente lo stato degli interni. La tappezzeria e i sedili, il cruscotto e il pomello della leva delle marce, i gommini dei pedali consumati. Attenzione a macchie o eventuali bruciature che possono indicare che l’auto è stata tenuta male.

Carrozzeria dell’auto
La presenza di graffi, abrasioni, o riverniciature sono talvolta sintomo che la macchina ha subito incidenti.

Eventualmente fate verificare il fondo della scocca mettendola sul ponte presso un’officina specializzata: riparazioni o ritocchi di vernice indicano che la vettura ha subito interventi importanti.

Batteria dell’auto
Visti gli attuali costi delle batterie, è bene verificare che quella montata sull’auto sia in buono stato.

Dopo aver scollegato i cavi posti nei due poli della batteria basta effettuare la misurazione con un tester configurato come voltmetro.

Se dalla misurazione si rileva un valore prossimo ai 13 volt la batteria è ok, mentre se indica una tensione vicina ai 10 volt è solo scarica ed sufficiente metterla sotto carica. Se invece la misurazione risulta bassa o prossima allo zero, la batteria è senza dubbio da sostituire.

Usura delle gomme

Anche gli pneumatici possono indicare lo stato generale di un veicolo. L’usura del battistrada deve essere uniforme. In caso contrario le cause possono essere due: o l’auto monta gomme di marche diverse oppure ci sono altri difetti meccanici (cerchi ovalizzati, ammortizzatori scarichi o da cambiare, cattivo allineamento, ecc).

Sospensioni e Ammortizzatori
Per capire se funzionano bene basta appoggiarsi sul parafango con forza e rilasciare di colpo: se l’auto saltella prima di fermarsi gli ammortizzatori sono scarichi; se non ci sono oscillazioni e l’auto si assesta immediatamente vuol dire che è tutto a posto.

Giro di prova
Chiedere di provare l’auto per valutare il funzionamento generale del mezzo.

Se la prova su strada viene negata con una scusa, questo dovrebbe far scattare un campanello d’allarme.

La prova su strada serve a controllare il motore, la frizione, il cambio, i freni e fare attenzione a eventuali rumori oltre che alla limpidezza dei gas di scarico.

Terminato il giro, lasciare il mezzo in moto per qualche minuto e assicurarsi che entri in funzione la ventola del radiatore; controllare inoltre che non ci siano perdite perdite d’olio o di acqua che talvolta vengono celate dal lavaggio del motore.

Controllo dei Freni e Olio motore
Se lo spazio di frenata è ampio o si sentono rumori quando si frena, ci sono le pasticche da sostituire o problemi all’impianto frenante. Altro controllo importante riguarda l’olio.

Svitare il tappo ed estrarre l’astina per verificare il livello e assicurarsi che non sia  sporco o molto scuro.

Se si avverte un ‘odore di bruciato, vuol dire che il mezzo ha percorso parecchi chilometri, oppure che il motore consuma troppo olio (sintomo di problemi) o che c’è stata una cattiva manutenzione del mezzo.

In ogni caso, la cosa migliore da fare è quella di far vedere il mezzo al proprio meccanico di fiducia: nessuno meglio di un esperto è in grado di rilevare eventuali problemi all’auto usata che si intende acquistare.

Chilometri percorsi e Tagliandi
I km percorsi dall’auto potrebbero essere maggiori di quelli riportati dal contachilometri. Questo perchè scaricare i chilometri è una pratica piuttosto diffusa dai venditori furbetti o in male fede, privati o meno che siano.

Per tale motivo, quando si fa il controllo dei documenti dell’auto, meglio guardare anche il libretto di manutenzione: se sono sempre stati fatti i tagliandi periodici il mezzo è stato tenuto certamente con cura.



Vota l'Articolo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(35 voti - media: 9,97 su 10)
Loading...

Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!