Aiazzone e Mobili non Consegnati: Ecco Cosa Fare

Nel frattempo, chi ha versato acconti o pagato interamente i mobili ordinati e non ha ricevuto nulla di quanto riportato sul contratto, può fare una diffida per richiedere lo scioglimento del contratto tramite raccomandata.

Attraverso tale atto si può intimare esplicitamente il rispetto dei termini contrattuali entro un certo lasso di tempo di almeno 15 giorni, trascorsi i quali, il contratto si intendera’ risolto.

La particolare circostanza infatti, rientra nei casi in cui si può chiedere lo scioglimento contrattuale senza chiamare in causa la controparte davanti ad un giudice.

Si può fare inoltre una raccomandata A/R di messa in mora in cui si intima la consegna dei mobili o la restituzione di quanto pagato.

Chi per l’acquisto dei mobili è ricorsa a finanziamenti e sta pagando le rate, pur senza aver ricevuto quanto ordinato, può ricorrere all’articolo 125 quinquies del testo unico bancario secondo cui se i beni non vengono consegnati il contratto di finanziamento si scioglie, ulteriori rate non ne devono essere pagate e quelle già pagate devono essere restituite.



Anche in tal caso, sempre tramite raccomandata, si può inviare una lettera di messa in mora alla finanziaria, intimando il rimborso delle rate. Ciò può essere fatto se entro 15 giorni dalla prima raccomandata al mobilificio non si riceve alcuna risposta.

Questo perchè, nonostante la situazione, le finanziarie sollecitano il pagamento delle rate, dichiarandosi estranee ai rapporti tra fornitore e cliente.

Nel caso in cui neanche le finanziarie dovessero dare risposta o la stessa risultasse negativa e considerando che in passato per circostanze simili i provvedimenti adottati sono stati a favore dei consumatori, ci si può rivolgere all’arbitro bancario finanziario che adotta i dovuti provvedimenti entro 60 giorni.

In ogni caso, per approfondire ogni aspetto della vicenda e richiedere un adeguato supporto, ci si può rivolgere ad una delle tante associazioni dei consumatori sempre in prima linea nella difesa dei diritti dei cittadini.




Pagina Precedente




Approfondimento





NON HAI TROVATO
LE INFORMAZIONI CHE VOLEVI?

CERCA NEL SITO