Truffe Vendita Auto Online: Come Evitarle

Vendere la propria automobile su internet può essere un’esperienza piacevole oppure tradursi in uno sgradito impiccio. Tutto dipende dal compratore scelto e dalle accortezze adottate per evitare gli inganni. Scopri come scongiurare i raggiri.

Truffe vendita auto online

La lunga crisi economica continua a gravare su molti automobilisti che scoprono quanto può essere conveniente e di soddisfazione acquistare una vettura usata o vendere la propria.

Il web offre numerose possibilità ma, a fronte di molti operatori esperti e seri, si possono incontrare società o venditori da cui bisogna difendersi seguendo poche semplici norme. I furbi della rete esistono ma non cadere nei tranelli è possibile.

Consapevoli che la nostra vettura vissuta non ci riempirà il portafoglio, dobbiamo essere altrettanto certi che anche l’auto più disastrata ha sempre un valore economico e quindi è giusto che questo sia riconosciuto.

Ad esempio, affidandosi a noicompriamoauto significa avere una valutazione gratuita da parte di esperti presenti in diverse città del nostro bel paese.

La stima è senza impegno e, se la proposta soddisfa, si riceve velocemente un bonifico tracciabile e sicuro.

Inoltre operazioni costose come il passaggio di proprietà o una possibile demolizione – così come l’iscrizione al Pra – sono oneri di cui si fa carico l’azienda stessa.

Questo è quanto accade facendo la scelta giusta ma se, incidentalmente, si contattano personaggi disonesti, si può incorrere in dolorose truffe.

Truffe vendita auto: Come difendersi

Il calcolo approssimativo del valore di una vettura deve rispettare i parametri di mercato: al di sotto di queste valutazioni si viene derubati.

Se invece viene offerta una cifra decisamente maggiore, potrebbe esserci un tentativo di riciclare denaro dalla provenienza dubbia.

Diffidare anche di chi vive all’estero e vuole comprare in Italia un’auto usata; le vetture di seconda mano sono disponibili ovunque ed è inverosimile che un acquirente arrivi da un altro Stato per un acquisto che potrebbe effettuare più comodamente nella sua città.

Questo ovviamente non vale per modelli rari che sono più difficili da trovare.

Dubitare, inoltre, su chi è sul punto di trasferirsi nella nostra nazione: è altrettanto inverosimile che la vettura sia comprata prima che la persona si sia stabilita in Italia.

Una particolare attenzione deve essere fatta al momento del pagamento: mai accettare assegni quando le banche sono chiuse perché la copertura non può essere verificata.

Se il pagamento, invece, avviene in un giorno feriale è opportuno telefonare indicando gli estremi dell’assegno e chiedendo al funzionario se è coperto.

Questo può avvenire davanti al compratore che, se è onesto, non avrà nulla da obiettare.

Infine è buona norma non consegnare il libretto di circolazione se non si è conclusa la dichiarazione di vendita che deve essere autenticata solo da agenzie abilitate, dal Pra, dagli uffici comunali o presso uno studio notarile.

L’importanza dell’autentica è legata alla data che attesta lo scarico di responsabilità civili e penali circa l’uso dell’auto: in caso di violazione della legge si potrà dimostrare la propria estraneità.

Possiamo concludere dunque che vendere in sicurezza la propria auto su internet non solo è possibile ma anche molto semplice e veloce, a patto di usare sempre una certa dose di buon senso e non farsi abbindolare da chi ci propone i classici specchietti per le allodole.

I furbetti sono sempre in agguato!




Altro su:



Condividi la notizia, basta un semplice click!