Spesa Scontata per i Disoccupati

Risparmiare sulla spesa grazie a sconti dedicati a chi è senza lavoro. L’iniziativa promossa da un Gruppo della Grande Distribuzione Organizzata è riservata a licenziati, cassintegrati, lavoratori in mobilità, precari senza contratto e partite Iva che hanno perso la loro unica committenza.

I soggetti indicati potranno, per tutto il 2013, usufruire ogni settimana di un buono sconto in forma anonima del 10% a fronte di una spesa fino a 60 euro. Ulteriore sconto del 5% sulle spese pagate con la Carta acquisti emessa dal Governo (social card).

Sconto sulla spesa valido su tutti i prodotti

La riduzione del prezzo che abbassa l’importo dello scontrino è valida su qualunque prodotto acquistato, compresi gli articoli già scontati o in offerta; restano esclusi dalla promozione i farmaci, le riviste e i giornali.

Sconto ai disoccupati: come richiederlo

Per usufruire delle sconto riservato a chi è stato colpito dalla crisi economica con conseguente perdita del posto di lavoro, occorre presentare una certificazione che attesti la propria situazione gravata dalla crisi occupazionale.

Occorre precisare che oltre ad aver perso il lavoro bisogna comunque essere soci del gruppo.

Chi volesse approfittare dell’iniziativa può associarsi in qualsiasi momento e riceverà all’atto di adesione un buono spesa pari all’importo versato per la quota sociale.

Spesa a prezzo ridotto: documenti da presentare

Per ritirare i primi quattro buoni si deve presentare un documento (l’attestazione deve essere esibita ogni mese) rilasciato dal datore di lavoro che attesti la mancanza di lavoro.

Sono considerate valide le seguenti attestazioni: lettera di licenziamento per ridimensionamento aziendale o chiusura dell’attività, oppure una dichiarazione attestante la cassa integrazione ordinaria o straordinaria, oppure ancora il contratto di solidarietà.

Non si ha invece diritto ai buoni se la fine del rapporto di lavoro è dovuta a licenziamento per giusta causa o a giustificato motivo soggettivo o per dimissioni.

Spesa scontata: negozi interessati

L’iniziativa è promossa (per il terzo anno consecutivo) dalla Coop Adriatica; è stata lanciata per la prima volta nel 2009 e riconfermata anche per tutto il 2013.

Si può usufruire della spesa a prezzi scontati presso 151 punti vendita Coop delle regioni Emilia-Romagna, Veneto, Marche e Abruzzo. Un aiuto concreto, nel pieno rispetto della privacy, a 36 mila persone per un risparmio complessivo di 4,3 milioni di euro.




Altro su:



Condividi la notizia, basta un semplice click!