San Valentino: Origini e Tradizioni

La festa degli innamorati è ricca di curiosità che riporta alle origini di questa ricorrenza, piena di usi e costumi diversi in ogni parte del mondo. Fin dai primi i secoli del secondo millennio  San Valentino è stata la festa dedicata alle persone innamorate. Vediamo di saperne di più.

Origini della festa di San Valentino

Nel 496 Papa Gelasio I sostituì la precedente festa pagana denominata della lupercalia con la festa di San Valentino, prendendo il nome dal Martire Cristiano di Terni.

Come accennato sopra, pur rimanendo incerta l’evoluzione della ricorrenza, ci sono alcuni riferimenti storici che fanno ritenere che la giornata di San Valentino fosse dedicata agli innamorati già dai primi secoli del secondo millennio.

Fra questi c’è la fondazione a Parigi, il 14 febbraio 1400, dell'”Alto Tribunale dell’Amore”, un’istituzione ispirata ai principi dell’amor cortese.

Il tribunale aveva lo scopo di decidere su controversie legate ai contratti d’amore, i tradimenti, e la violenza contro le donne.

I giudici venivano selezionati sulla base della loro familiarità con la poesia d’amore.

Le tradizioni di San Valentino

Riguardo i regali, anche se le usanze cambiano da luogo in luogo, spesso hanno molti aspetti in comune, sopratutto riguardo i doni per la festa degli innamorati.

San Valentino in Italia

In Italia, è consuetudine festeggiare il giorno dell’amore con regali originali e simbolici, magari cenando a lume di candela.

Largamente diffusa l’abitudine di regalare rose rosse, cioccolatini e biglietti d’auguri personalizzati che sempre più spesso si abbinano ad ulteriori regali veri e propri.

San Valentino in Europa

San Valentino in Finlandia

Il 14 febbraio è il giorno dedicato all’amicizia, uno dei regali più gettonati consiste in un coupon per accedere a un centro termale.

In Finlandia e in Estonia, il 14 febbraio si chiama “Il giorno degli amici”: si ricordano tutti gli amici, e non solo gli innamorati.

San Valentino in Danimarca

In Danimarca per San Valentino è usanza che le donne chiedano ufficialmente la mano dei loro innamorati.

La tradizione risale al Medioevo, allorché la regina scozzese Margareta stabilì che solo a febbraio una donna potesse chiedere all’uomo di sposarla.

In caso di rifiuto, la dama aveva diritto a essere risarcita con 12 paia di guanti di seta.

In Danimarca, i giovani sono soliti inviare fiori bianchi (gli “snowdrops”) ai loro amici, mentre gli uomini più maturi inviano cartoline particolari di auguri, non firmate e con poesie in rima.

San Valentino in Romania

In Romania, la festa degli innamorati si chiama Dragobete, e cade il 24 febbraio. Dragobete è nella mitologia rumena il figlio di Baba Dochia, che rappresenta a sua volta l’impazienza degli uomini nell’attesa dell’arrivo della primavera.

San Valentino in Germania

In Germania San Valentino si festeggia più o meno come in Italia: gli innamorati infatti scrivono bigliettini ed acquistando piccoli regali e fiori per il proprio partner.

Anche i tedeschi si concedono cene a lume di candela con musica soft per celebrare il proprio amore.



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!