Risparmio Energetico: un’Idea che Arriva dalla Francia

Controllare e ridurre i consumi energetici si può e talvolta sono gli enti locali che aiutano il cittadino a perseguire l’obiettivo. Questo è ciò che succede a Parigi, dove l’APC (Agence Parisienne du Climat) ha consegnato gratuitamente ai cittadini, un apposito kit. Un set di utili strumenti capaci di misurare e abbattere lo spreco d’acqua ed energia elettrica nelle case.

L’attrezzatura, fornita rigorosamente a costo zero, comprende un misuratore di watt e uno di portata che aiuteranno le famiglie della città con la Torre Eiffel  a monitorare in maniera rapida e semplice il proprio consumo di energia domestico.

Il risparmio immediato potrebbe tramutarsi in questo modo in un cambiamento delle abitudini energetiche in casa, se si considerano i risultati degli studi condotti dall’APC.

Secondo le ricerche effettuate infatti, è stato stimato che i costi in bolletta sono rappresentati per il 60-70% dai consumi per riscaldare gli ambienti, per il 10% per la produzione ed il consumo di acqua calda e per il 13% circa per l’energia elettrica necessaria a far funzionare tutto ciò che necessita di corente elettrica (illuminazione, elettrodomestici, ecc.

Oltre agli strumenti necessari alla misurazione e all’abbattimento dei consumi, nel kit di risparmio energetico parigino ci sono anche una lampadina a basso consumo, una presa multipla, ed un riduttore di flusso da applicare al rubinetto (i cosiddetti riduttori rompigetto).

Infine all’interno del kit c’è anche una copia della guida rilasciata dalla Energy Information Advisor-clima, che riporta numerosi consigli utili per abbattere drasticamente il consumo energetico in casa.

Già solo installando questi piccoli dispositivi abbinati al kit, si riduce istantaneamente il risparmio energetico ed il relativo costo delle bollette.

Con il kit per il risparmio in bolletta messo a disposizione dall’agenzia parigina, il calcolo dei consumi è preciso e immediato, in modo che non siano necessarie particolari competenze tecniche per poterlo utilizzare.

Se il primo passo è quello di monitorare i consumi, la mossa successiva è quella di poter intervenire immediatamente per ridurre gli sprechi e spendere menu su acqua, luce e gas.

Spingere i cittadini  a controllare i consumi energetici negli ambienti in cui vivono, aiuta senza dubbio ad adottare comportamenti virtuosi che si tramutano in un risparmio concreto.

Chissà che prima o poi qualche iniziativa simile non arrivi anche in Italia. Per il momento, possiamo accontentarci di risparmiare energia mettendo in pratica qualche piccolo accorgimento sempre utile ad abbattere i costi in bolletta.

Attraverso piccoli gesti quotidiani il risparmio energetico può iniziare. Iniziative simili si sono registrate anche a  Mannheim, in Germania, dove un progetto di ricerca dedicato al risparmio energetico è in fase di sviluppo.




Altro su:



Condividi la notizia, basta un semplice click!