Risparmiare Soldi con gli Sms

In piena era ipertecnologica, in cui Twitter e Facebook rappresentano una valida alternativa promozionale a basso costo, mi sono reso conto che ci sono ancora molte aziende che usano mezzi obsoleti e dispendiosi come la posta tradizionale per comunicare coi clienti o farsi pubblicità.

Ogni anno per il suo compleanno, mia moglie riceve dalla sua parrucchiera una lettera nella quale, oltre agli auguri, è presente un buono sconto per un trattamento ai capelli.

L’officina di cui sono cliente da anni, giorni prima della scadenza del collaudo mi manda un promemoria tramite lettera; l’agenzia di assicurazioni fa altrettanto per la polizza RC Auto.

Costo dell’operazione: 70 centesimi circa per ogni invio, tenendo conto della busta, del foglio, della stampa,  e del francobollo.

Vivo in un paesino di circa 15 mila anime; se in un solo comune è così esteso il dispendioso utilizzo della posta tradizionale, è plausibile pensare che in tutta Italia il fenomeno è ancora ampiamente diffuso.

Ipotizzando che una piccola azienda, un’agenzia, un’officina o un negozio abbia un portafoglio  di duemila clienti ciascuno, ai quali viene spedita almeno una lettera all’anno, ognuna delle suddette attività spende  mediamente circa 1400 euro ogni dodici mesi.

Sono sempre di più le aziende che abbattono del tutto questa spesa ricorrendo alle email, a Facebook o a Twitter, ed altre che l’hanno almeno dimezzata usando gli sms; ce ne sono molte altre che ancora usano la dispendiosa posta cartacea.

Proprio stamattina sono andato a rinnovare il collaudo.

In attesa che venissero effettuati i controlli alla mia auto, ne ho approfittato per scambiare 2 chiacchiere col responsabile del centro, spiegando quanto avrebbe potuto risparmiare se invece dei promemoria postali avesse fatto ricorso agli sms.

Non vi dico la contentezza del responsabile e sopratutto il mio stupore, visto che gli sms si usano in Italia dal 1997 e secondo diverse stime sono il mezzo di comunicazione più utilizzato di casa nostra.

Alternative alla posta cartacea

Se fai parte di quelle aziende in cui l’uso della posta cartacea è ancora il primo mezzo di comunicazione con la clientela, sappi che passando agli sms potresti risparmiare più del 50% del budget impiegato.

A dire il vero potresti addirittura ridurre a zero i suddetti costi usando i social network o la posta elettronica.

Se ancora non li usi, è giunto il momento di cominciare a farlo poichè potresti scoprire che molti dei tuoi clienti sono su Facebook o su Twitter, e usano la posta elettronica; il che significa che potresti comunicare con loro a costo zero.

Come risparmiare con gli sms

Finchè non decidi ad usare le email o a prendere dimestichezza con i social network, comincia a risparmiare usando gli sms via web.

Per dare un tocco di professionalità ai messaggini aziendali, puoi usare uno dei tanti programmi presenti su internet attraverso cui è possibile, oltre che inviare sms, personalizzare il mittente con il nome del tuo negozio o della tua azienda.

La maggior parte dei programmi di invio ricezione sms sono gratuiti e si pagano solo gli sms inviati.

La pubblicità via sms o anche solo le semplici comunicazioni con la clientela, costano una media di 10 centesimi a invio contro i 70 centesimi di una lettera.

Risparmio ottenibile: per ogni mille sms inviati si risparmiano 600 euro rispetto alla posta tradizionale.

Fai il conto del numero di lettere che spedisci ogni anno; potresti rimanere sbalordito scoprendo quanti soldi puoi risparmiare usando gli sms.



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!