Risparmiare Benzina Usando il Navigatore Satellitare

Che il navigatore satellitare da usare in moto o automobile aiutasse a risparmiare tempo, denaro e carburante lo si sapeva già. La novità sta nel programma appena messo a punto da Navteq che scioglie ogni dubbio a chi ancora non crede all’utilità economica di tale strumento.

L’azienda leader mondiale nel settore delle mappe, dati di traffico e localizzazione per la navigazione stradale e i servizi pubblicitari mobili, ha annunciato il lancio di uno strumento gratuito on-line che calcola i potenziali risparmi connessi all’utilizzo dei sistemi di navigazione.

Dai risultati di un suo recente studio è emerso che  l’impiego del navigatore satellitare può ridurre le percorrenze annuali medie di un automobilista di circa 2.500 chilometri l’anno, consentendo una riduzione dei consumi di carburante del 12%, pari a un risparmio di denaro di oltre 400 euro l’anno.

Senza contare che, percorrendo meno strada, si riduce anche l’usura dei pneumatici, del motore e dei relativi interventi meccanici in officina.

I vantaggi si ripercuotono positivamente anche sull’ambiente, poichè si riducono le emissioni di  CO2 di circa il 24% all’anno per ogni automobilista che ne fa uso.

L’utilizzo del nuovo strumento on-line denominato Navteq On Board, consente agli automobilisti di calcolare i potenziali risparmi in base al proprio mezzo di trasporto, allo stile di guida e ai prezzi dei carburanti praticati in ogni zona geografica facente parte del tragitto.

Lo strumento di calcolo disponibile al sito è di facile utilizzo e si basa su di un semplice questionario.

Una volta caricati i parametri relativi alla cilindrata del motore, al tipo di carburante, al chilometraggio e all’utilizzo prevalente del veicolo in ambito urbano o extraurbano, è possibile costatare direttamente tutti i vantaggi associati all’impiego del navigatore, come ad esempio:

  • la riduzione dei consumi di carburante misurata in litri/galloni e il conseguente risparmio sui costi
  • la riduzione delle percorrenze e il conseguente risparmio di tempo
  • l’abbattimento delle emissioni di CO2.

E’ possibile inserire simultaneamente i dati relativi a un massimo di tre veicoli per ottenere una serie di dati comparativi.

L’analisi è molto dettagliata e approfondita ed è basata sui risultati ottenuti dalla ricerca condotta da NAVTEQ attraverso svariati test condotti su strada (Navigation Benefits 2009 condotta in Germania).

La ricerca è stata condotta nel 2008 in due aree metropolitane della Germania – Düsseldorf e Monaco.

La scelta della Germania è stata dovuta alla complessità della rete stradale e alla precoce adozione di sistemi di navigazione.



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!