Risparmiare: Alloggi Low Cost in giro per il mondo

Stai programmando un viaggio e sei alla ricerca di un alloggio che ti faccia spendere poco? Hotel, alberghi e bed and breakfast sono acqua passata; la nuova frontiera delle dimore a basso costo è rappresentata dalle stanze degli ospiti di famiglie che le affittano a poco prezzo.

Una nuova rete sociale online, è in grado di mettere in contatto i viaggiatori e vacanzieri con chi è disposto ad affittare una camera da letto nella propria casa. Alternativa senz’altro più economica rispetto ai tradizionali canali ricettivi.

Al momento sono presenti stanze libere in grado di ospitare i viaggiatori che ne fanno richiesta in 900 città di 59 paesi in tutto il mondo.

Un nuovo metodo che permette di avere dei guadagni supplementari per chi affitta e considerevoli risparmi per chi alloggia.

L’idea è venuta a Stephen Rapoport nel 2000, durante una vacanza a Sydney in occasione delle Olimpiadi.

Non riuscendo a trovare un alloggio in albergo, trovò da dormire presso un conoscente che in cambio di un piccolo contributo economico si rese disponibile ad ospitarlo in casa propria.

Fu così che pensò di replicare la propria esperienza su larga scala, mettendo in piedi insieme a 2 altri amici, quello che poi sarebbe diventato col tempo un vero e proprio business.

Partito un pò in sordina, il Team di Crashpadder prospettava di attirare l’interesse sopratutto dei tanti giovani abituati a viaggiare zaino in spalla e con pochi soldi in tasca.

I risultati andarono ben oltre le aspettative poichè, la maggior parte dei clienti risultò essere composta da imprenditori e uomini d’affari.

Questo rafforzò la fiducia dei padroni di casa disposti ad affittare una stanza della propria casa.

L’idea si era rivelata vincente ed aveva aperto una nuova era nell’ambito dell’ospitalità casalinga a pagamento.

Attualmente il sito vanta un trend di crescita che si raddoppia su base mensile.

Sempre più gente utilizza il servizio o mette a disposizione un alloggio nella propria abitazione.

Ci si può registrare al sito sia per dare disponibilità di una stanza, sia per fare una richiesta.

I proprietari inseriscono il prezzo, la dislocazione geografica dell’alloggio e gli eventuali servizi offerti.

I viaggiatori specificano la città in cui devono alloggiare, il periodo dell’anno e il tempo di permanenza.

Altra sezione interessante del sito è dedicata ai gruppi; è possibile infatti alloggiare o ospitare persone che abbiano gli stessi interessi e hobby.

Inoltre si possono lasciare feedback oppure consultare quelli lasciati dagli altri utenti.

In ogni caso l’affidabilità del servizio è garantita dai gestori del servizio che fanno da intermediari riscuotendo in anticipo l’importo stabilito che sarà poi girato al padrone di casa ad ospitalità conclusa.

Crashpadder trattiene una piccola percentuale che gli utenti sono ben felici di pagare.

Viaggiatori assidui o occasionali, vale la pena in ogni caso salvare il sito tra i preferiti e usufruire dei vantaggi non appena si presenta l’occasione.

Chi invece desidera affittare una camera di casa propria e realizzare guadagni extra non deve far altro che inserire i dettagli necessari.

L’opportunità per fare soldi c’è anche per chi vuole promuovere il servizio e guadagnare soldi da questo.

In tal caso conviene contattare lo staff di Crashpadder perchè non sono riuscito a capire bene come funziona il meccanismo.

Probabilmente complice anche l’attuale situazione economica mondiale, il crashpadding sta continuando a diffondersi a vista d’occhio.

Non risulta difficile prevedere una imminente esplosione di tale tendenza anche in Italia.



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!