Restituzione Bonus Bebè: Entro 3 Mesi Senza Penale

bimbo feliceIn seguito alle numerose proteste delle 8000 famiglie italiane che avevano ricevuto richiesta di restituzione del bonus bebè, finalmente si è giunti ad una conclusione definitiva della vicenda: basta rimborsare i mille euro entro 3 mesi e non ci sarà nessun procedimento amministrativo o penale.

La polemica si è sollevata poichè nella lettera indirizzata direttamente ai nuovi nati e firmata dal Premier Berlusconi, non erano riportate in maniera chiara i requisiti per poter usufruire del bonus bebè.

Clicca sul link che trovi di seguito e leggi l’articolo riguardante il
bonus bebè Renzi.

Associazioni di consumatori e politici di diversi schieramenti hanno subito preso posizione nei confronti dei cittadini che si sentivano ingannati visto il contenuto (apparso a molti equivoco) della lettera che invitava i bimbi a far riscuotere dai propri genitori il bonus alla posta, quasi fosse un regalo elargito dal presidente del consiglio.

Salvo poi scoprire, a distanza di anni che la situazione era ben diversa. Pressato dai cittadini infuriati, dalle associazioni di categoria e dall’opposizione, l’esecutivo ha dovuto correre ai ripari. Il 6 settembre scorso infatti, è stato aggiunto alla manovra bis un nuovo emendamento  – contenzioso per bonus bebè (art. 6, comma 6-bis) – di seguito riportato integralmente:

Al fine di semplificare l’attività amministrativa e di evitare l’insorgere di ulteriore contenzioso, nei confronti dei soggetti che hanno beneficiato delle erogazioni di cui all’articolo 1, commi 331, 332 e 333, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, in assenza della condizione reddituale stabilita dal citato comma 333, non si applicano le conseguenti sanzioni penali e amministrative se essi restituiscono le somme indebitamente percepite entro 90 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto.

I procedimenti penali ed amministrativi eventualmente avviati sono sospesi sino alla scadenza del predetto termine e si estinguono a seguito dell’avvenuta restituzione.

La disposizione appena riportata stabilisce che, a coloro i quali abbiano usufruito del bonus nuovi nati pur non avendone i requisiti, non sia applicata alcuna sanzione pecuniaria o procedimenti penali e amministrativi.

Questo a condizione che i soggetti interessati restituiscano i mille euro entro il 16 dicembre prossimo, ovvero non oltre 90 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto.

I procedimenti penali ed amministrativi eventualmente già avviati sono sospesi sino alla scadenza del termine indicato e si estinguono con la restituzione del bonus.

Condividete la notizia, molte famiglie ancora non sono informate su come risolvere la vicenda riguardante il rimborso del bonus bebè.

 



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!