Risparmiare Usando le Pile Ricaricabili

pile stiloIn ogni casa molti i dispositivi che funzionano a pile: fotocamere, telecomandi, telefoni cordless, sveglie, orologi a muro, giocattoli, ecc. La spesa annuale può essere non indifferente, senza contare che le pile sono altamente inquinanti. Rispetto dell’ambiente e risparmio economico sono possibili ricorrendo alle pile ricaricabili.

Dimensioni e formati delle pile

Le pile o batterie che dir si voglia (usa e getta e ricaricabili), vengono commercializzate in diversi formati standard affinchè ciascuna dimensione possa servire per diversi usi.

I formati più comuni sono: AAA mini stilo, AA stilo, C mezze torce, D torce, PP3 9V.

Sopratutto a causa della miniaturizzazione dei componenti, gli apparecchi elettronici funzionanti a pile utilizzano principalmente i formati stilo e mini stilo.

Durata delle pile

La loro durata pur essendo proporzionale alla qualità ed al tipo di utilizzo, nei casi delle pile usa e getta (pile primarie) è sempre molto limitata nel tempo, obbligando il consumatore a ricomprarle a cadenze regolari.

Infatti, se ad esempio nel caso di un orologio a muro le batterie monouso possono durare da pochi mesi fino ad un anno, se impiegate per far funzionare giocattoli o fotocamere digitali la durata della carica si riduce drasticamente.

Spese annuali medie per le pile

La spesa media per l’acquisto delle pile che si usano in casa nei diversi apparecchi che ne richiedono l’impiego, oscilla mediamente dai 60 ai 100 euro l’anno.

Pile scariche e inquinamento ambientale

L’impiego di pile usa e getta oltre ad avere una incidenza diretta sulle spese, rappresenta anche un vero e proprio problema ambientale, poichè i metalli contenuti nelle batterie sono dannosi sia per la salute umana che per l’intero ecosistema.

Non a caso le batterie esauste (di qualsiasi tipo) sono considerate dalla legge italiana rifiuti pericolosi a tutti gli effetti e pertanto devono essere obbligatoriamente smaltite a conclusione del proprio ciclo di vita.

Smaltimento delle pile

Pur avendo i venditori l’obbligo di ritirare pile e batterie di qualsiasi marca e di avviarle allo smaltimento senza alcun costo per il consumatore, la presenza di contenitori per la raccolta non è molto diffusa in Italia.

I rivenditori inoltre dovrebbero avvisare i cittadini, con appositi cartelli, dell’obbligo di smaltire nel modo corretto le pile scariche; anche questo però avviene molto di rado.

A causa della mancanza di informazione in materia purtroppo spesso accade che le pile vanno a finire nella spazzatura creando, oltre a seri danni ambientali, anche un notevole spreco di risorse e materie prime, visto che anche all’interno delle pile scariche ci sono alcuni componenti che possono essere riciclati e rigenerati.

Sarebbe buona norma quindi, una volta che le pile si sono scaricate e diventano inutilizzabili, smaltirle correttamente e contribuire in maniera attiva alla salvaguardia dell’ambiente.

Caricabatterie e risparmio

Appare evidente che il miglior modo per risparmiare sulle pile (oltre che evitare di immettere nell’ambiente rifiuti inquinanti) è quello di dotarsi di un apposito carica batterie e relative pile ricaricabili (tecnicamente dette pile secondarie) che, una volta scariche, possono essere riutilizzate per tempi lunghissimi rispetto alle comuni pile usa e getta.

I caricabatterie infatti, si trovano in commercio a prezzi molto contenuti. Spendendo dai 15 ai 20 euro si possono acquistare (anche online) i modelli universali, che sono in grado di ricaricare tutti i tipi di pile più comuni (AAA, AA, C, D) collegandoli ad una normale presa di corrente.

Oltre al caricabatterie, c’è da considerare inoltre anche il costo dell’acquisto delle batterie ricaricabili.

Tenendo conto però che tale spesa viene effettuata solo una volta, i tempi per ammortizzare le spese sono molto ridotti.

Le batterie ricaricabili infatti possono essere usate centinaia di volte.

Per i più tecnologici, sono disponibili caricabatterie universali anche in versione usb, da collegare al computer o in alternativa per chi ha uno spirito maggiormente ecologista ci sono anche i carica batterie a energia solare.

Anche online, ad esempio su Amazon, è possibile trovare molti modelli di caricabatterie e pile ricaricabili di ottima qualità a prezzi convenienti che possono essere acquistati in molti casi senza pagare alcun costo per le spese di spedizione. CLICCA QUI PER SCEGLIERNE UNO.



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!