Mutui Offset per Comprare Casa Risparmiando Soldi

mutuo offsetUna nuova alternativa al classico mutuo, molto in voga in Gran Bretagna ma ancora poco conosciuta in Italia seppure più conveniente, è rappresentata dal mutuo offset, contraddistinto da importi di rata più bassi, a condizione che, chi ricevere il prestito per comprare casa, oltre ad accendere il mutuo sottoscriva anche un conto corrente presso la stessa banca.

Anche se per accendere un mutuo è indispensabile avere un conto corrente, non è obbligatorio che sia del medesimo istituto finanziario erogante.

Dunque si può avere il conto presso un ente creditizio e il mutuo altrove; peccato solo che, così facendo, in molti casi i costi delle rate tendono ad essere più alti.

Come fare allora per pagare meno ogni mese e riscattare l’immobile acquistato spendendo meno? Ecco che puù essere utile appunto utilizzare il mutuo offset, nato In inghilterra nei primi anni 2000 e consistente nel rivolgersi ad un unica banca, sia per il conto che per il finanziamento per comprare casa.

Attraverso tale strumento infatti, si possono compensare gli interessi passivi da pagare sul finanziamento con gli interessi attivi che l’istituto di credito applica alle somme versate dal cliente.

Ciò vuol dire che, quanto più alta sarà la somma versata dal mutuatario, minore sarà l’importo rateale da corrispondere ogni mese.

Ovvero gli interessi del mutuo vengono applicati sul saldo tra le somme date a titolo di finanziamento dalla banca al mutuatario e l’importo depositato (giacenza mensile).

In poche parole, su un finanziamento casa di 100 mila euro con un deposito sul conto di 30 mila euro, gli interessi sul mutuo si applicano sulla differenza tra i due importi, e non sul totale della cifra erogata.

Quindi: più soldi ci sono sul conto, meno interessi si pagano.

Per tali motivi il mutuo offset può rappresentare la soluzione più conveniente per comprare un appartamento, a condizione che la banca scelta abbia anche dei conti correnti che costino poco.

Attenzione perchè ci sono 2 distinte tipologie di calcolo per i mutui offset: il primo metodo è quello spiegato precedentemente, mentre l’altro consiste nel calcolo degli interessi sul conto corrente collegato allo stesso interesse del mutuo, ovvero gli interessi maturati dal conto corrente si sottraggono dagli interessi maturati dal mutuo.

Infine c’è da porre attenzione sul fatto che in alcune banche aprire un mutuo offset c’è da pagare un costo aggiuntivo.

Dunque se si vuole comprare casa e non si dispone dei requisiti di accesso al fondo garanzia mutui coperto dallo Stato, non si valutano bene tutte le voci di spesa si rischia di vanificare il tanto agognato risparmio.

Alla luce di quanto spiegato in questo articolo, volendo riassumere, l’offset (cioè di compensazione tra debiti e crediti, di norma a tasso variabile) conviene solo se è totalmente gratis e con interessi calcolati sulla differenza tra capitale residuo del mutuo e giacenza media mensile dei depositi.




Altro su:



Condividi la notizia, basta un semplice click!