Risparmiare su Analisi e Visite Mediche

A causa della crisi economica si cerca di risparmiare anche sulle spese sanitarie, le analisi e le visite mediche. Vero è che al di sotto di una certa soglia di reddito si ha diritto all’esenzione ticket; purtroppo sempre più persone non ne hanno più diritto e sono quindi impossibilitate a prendersi cura del proprio stato fisico.

Praticamente siamo al punto in cui salvaguardare la propria salute è diventato quasi un lusso riservato a pochi privilegiati. Spesso accade infatti che pur superando anche solo di poche decine o centinaia di euro una certa fascia di reddito, si perde il diritto all’assistenza sanitaria gratuita.

Ed ecco che anche fare un semplice esame del sangue per molti diventa impossibile visto che i soldi bastano a malapena ad arrivare alla fine del mese.

Come se ciò non bastasse, anche chi ha diritto all’assistenza medica e alle cure gratuite del servizio sanitario nazionale a volte si ritrova nell’incredibile situazione in cui spende meno a rivolgersi ai privati piuttosto che fare ad esempio le analisi, un esame o un controllo medico presso una struttura sanitaria privata o non convenzionata.

Questo a causa dell’introduzione del ticket per le ricette sulle visite specialistiche e le analisi.

Sostanzialmente tutto dipende dalla tipologia e dal numero di esami a cui ci si deve sottoporre. Poichè il pagamento del ticket di 10 euro dà al paziente la possibilità di eseguire fino ad un massimo di 8 visite o esami, la convenienza c’è solo se sono numerose le prestazioni da prenotare (i 10 euro vengono suddivisi tra il numero di prestazioni erogate).

Se invece bisogna fare una singola visita o esame, in molti casi le tariffe Asl cessano di essere convenienti visto che il ticket si somma al costo della singola prestazione medico sanitaria, facendola diventare più costosa dell’alternativa privata.

Considerando inoltre che quasi sempre bisogna attendere lunghissime liste d’attesa, rivolgersi alla sanità privata spesso è l’unica via percorribile oltre che per risparmiare, anche se per motivi di salute non si può aspettare.

Medici e specialisti consigliano, anche a chi sta bene, di fare ogni 6 mesi (o come minimo 1 volta l’anno) almeno un controllo medico di base, rappresentato da una preliminare analisi del sangue. Da un semplice prelievo di sangue, infatti, si possono ottenere informazioni importantissime riguardanti le condizioni di salute del nostro corpo.

Peccato che, visti i tempi che corrono, ci sono sempre più persone che rinunciano anche solo a fare delle semplici analisi, perchè non possono permetterselo. Moralmente condivisibile o meno, per fortuna c’è un modo attraverso cui poter usufruire di prelievi e relative analisi del sangue periodiche, totalmente a costo zero.

Risparmiare sulle analisi del sangue
Per fare gli esami diagnostici di base in maniera totalmente gratuita, a patto di essere maggiorenni, si può donare il sangue ottenendo in cambio un esame completo, accurato e soprattutto senza spendere nulla.

Oltre a questo i donatori volontari non devono neanche mettersi in coda per fare la fila e se lavorano hanno anche diritto per legge ad una giornata di riposo retribuito. Seppur le analisi del sangue ai donatori sono fatte in modo gratuito, bisogna però considerare che ciò avviene a tutela soprattutto di chi potrebbe ricevere il  sangue donato.

Pertanto non dovrebbe essere usato come sistema finalizzato esclusivamente a risparmiare, ma visto sopratutto come atto gratuito di solidarietà verso il prossimo. Le analisi gratuite fatte di routine a tutti i donatori, sono solo una conseguenza di una scelta libera per aiutare gli altri e quindi le motivazioni che animano chi dona il sangue dovrebbero essere più profonde.

Farlo solo per risparmiare sulle analisi è un comportamento poco rispettoso nei confronti di quelle persone che muoiono per la mancanza di sangue. C’è da dire però, visti i tempi che corrono, che donare il sangue potrebbe rappresentare per qualcuno l’unico modo di potersi permettere delle analisi.

L’opportunità di fare gratis le analisi donando il sangue è qui riportata al solo scopo informativo; il buon senso e la moralità individuale dovrebbero portare a diventare donatori a prescindere, senza approfittare della cosa.



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!