Legge Piano Casa: Tutti i Dettagli del Provvedimento

legge piano casaLa legge sul piano casa di cui da tempo si parlava è stata approvata ieri dall’esecutivo, con lo scopo di rilanciare il mercato immobiliare ed aiutare sopratutto i giovani ad accendere un mutuo. Con un fondo iniziale di 60 milioni di euro, anche i lavoratori atipici potranno acquistare un’abitazione.

Nel piano casa anche il cosiddetto Fondo di solidarietà per le famiglie (con Isee inferiore ai 30mila euro) che hanno riscontrato difficoltà nel pagamento delle rate del mutuo.

Controbuti anche per la morosità incolpevole (fenomeno in forte crescita), ovvero per quei nuclei familiari che a causa delle ristrettezze economiche non riescono più a pagare le rate del mutuo o l’affitto della casa.

In tal modo, ai fini del pagamento, i mutui e gli affitti saranno più sostenibili. Il nuovo Fondo sarà istituito presso il Ministero delle Infrastrutture.

Sarà la Consap a gestire il fondo e rimborsare gli interessi alle banche per il periodo di fermo che verrà concesso: 18 mesi in cui le rate del mutuo verranno sospese.

Con la Legge Piano Casa 40 milioni vanno al Fondo per la sospensione delle rate dei mutuo; 60 milioni ai mutui a favore dei giovani (coppie, monogenitori, lavoratori atipici); 60 milioni al Fondo contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione; 40 milioni al Fondo di copertura della morosità incolpevole a favore cioè delle famiglie che non pagano l’affitto a causa di perdita del lavoro, messa in mobilità o in cig, chiusura dell’attività, malattia.

La Cassa depositi e prestiti avrà a disposizione invece 2 miliardi che metterà a disposizione del sistema bancario ad uso esclusivo di erogazione di mutui casa o per ristrutturazioni ed efficientamento energetico.

Capitolo a parte, invece, sarà quello legato al Fondo per l’abitare, da due miliardi di euro, nato con il preciso scopo di finanziare l’edilizia popolare.

Nella legge piano casa prevista anche la riduzione dell’aliquota della cedolare secca che passa dal 19 al 15 per cento.

I costruttori edili invece, potranno contare sulla cancellazione dell’IMU sugli immobili rimasti invenduti nell’anno precedente. Inoltre è stata decisa una riduzione dell’imposta di registro che passa dall’otto all’1%.

Si registra infine una proroga di tre anni nell’ambito dei piani di attuazione dei programmi di edilizia residenziale.




Altro su:



Condividi la notizia, basta un semplice click!