Lavoro: come Trovarlo Grazie a Internet

Se cercare un impiego è abbastanza semplice, trovarlo risulta piuttosto complicato sopratutto di questi tempi in cui i licenziamenti e le perdite di posti di lavoro sono all’ordine del giorno. Usando le giuste risorse, il web può diventare lo strumento più efficace per raggiungere l’obiettivo.

 

Cercare un lavoro su internet è ormai un’abitudine piuttosto diffusa e spesso riesce a dare risultati che vanno al di sopra delle aspettative.

Prima di consultare le tante offerte presenti nei siti web del settore è bene seguire alcuni utili suggerimenti finalizzati ad aumentare le probabilità di trovare il posto di lavoro più idoneo alle competenze di ciascuno.

Non è sufficiente inviare un curriculum per avere dei risultati, così come non basta affidarsi ad un solo portale dedicato agli annunci di lavoro.

Più siti si consultano, maggiori sono le probabilità di trovare un impiego che soddisfi le aspettative.

Tante opportunità per trovare lavoro subito su internet, magari dopo aver frequentato uno dei più svariati corsi formativi.

Autocandidatura
Una buona strategia da adottare consiste nel proporre la propria candidatura anche in maniera diretta alle tante aziende che all’interno delle proprie pagine web hanno solitamente un’area dedicata alle offerte di lavoro: talvolta la professionalità proposta potrebbe corrispondere proprio alle esigenze dell’azienda.

Lettera di presentazione
Molto importante affiancare al curriculum una lettera di presentazione personalizzata che evidenzi il profilo professionale per il quale ci si propone e le motivazioni che spingono alla candidatura, oltre ad eventuali referenze acquisite in passato.

La lettera di presentazione detta anche di accompagnamento, anticipa il curriculum ed aumenta le probabilità di trovare un posto di lavoro a patto di porre attenzione alla cura dello stile, della forma e dei contenuti.

Il ruolo di tale strumento risulta fondamentale poichè può rappresentare il primo impatto che il selezionatore avrà del candidato.

Evitare duplicazioni scrivendo cose che magari saranno indicate nel curriculum soffermandosi piuttosto a elementi aggiuntivi finalizzati a stimolare l’interesse del selezionatore.

Curriculum

Oltre alla lettera va inoltrato un curriculum vitae che allo stesso tempo rappresenta una sorta di biglietto da visita delle esperienze di studio e di lavoro.

Questo va compilato correttamente e deve essere chiaro, sintetico, mirato all’obiettivo e personalizzato per ogni azienda a cui lo stesso viene spedito.

Vince sicuramente la creatività rispetto ai curriculum generici che talvolta vengono cestinati alla lettura delle prime righe.

Per destare interesse è bene sintetizzare la propria storia professionale, cercando agganci coerenti con i bisogni del destinatario: informazioni sull’azienda, settori in cui opera, ecc.

Un buon curriculum dovrebbe contenere: dati anagrafici, istruzione, lingue straniere, studi all’estero, conoscenze informatiche, esperienze professionali, hobby ed interessi.

Negli ultimi tempi cominciano ad emergere nelle aziende le figure specializzate o che siano anche in grado di gestire i social media online; avere una conoscenza approfondita di tali strumenti (Facebook, Twitter, ecc)  è senza dubbio un elemento che gioca a favore del candidato.

Importante ricordarsi di inserire all’interno del curriculum l’autorizzazione al trattamento dei propri dati personali perché senza questa il documento non sarà neanche preso in considerazione.

Infine è bene aggiornare spesso il curriculum, preferibilmente sulla base delle nuove competenze acquisite e delle notizie che si riescono ad avere acquisire sulla società destinataria.

Se il curriculum viene inserito nei diversi siti di reclutamento di personale online, ricordarsi di selezionare parole chiave eloquenti affinchè non venga sommerso dall’enorme mole di dati presenti caratterizzata da diverse migliaia di candidature.

Sui siti di domanda e offerta di posti di lavoro è bene inoltre richiedere il servizio di newsletter, attraverso cui ricevere periodicamente al proprio indirizzo email le offerte di lavoro relative ai criteri segnalati al momento della registrazione.

Per evitare di essere sommersi da messaggi di posta elettronica relativi a offerte di lavoro non inerenti al proprio profilo è bene selezionare in fase di iscrizione dei parametri il più selettivi possibile.

Invio del curriculum

Non serve a niente mandarlo a centinaia di aziende indiscriminatamente senza fare un minimo di selezione; meglio valutare con attenzione l’azienda cui si sceglie di inoltrarlo e personalizzarlo appositamente.



Altro su
>

Condividi la notizia, basta un semplice click!