Guadagnare Condividendo Testo e Immagini

Il mondo della pubblicità è sempre alla ricerca di tecniche innovative finalizzate a veicolare i relativi messaggi in maniera più efficace. Una nuova startup indica ulteriori segnali che vanno nella direzione dell’advertising sulle immagini.

 

Pochi giorni fa in un post dedicato al New Advertising ho parlato di Gum Gum, società che ha sviluppato una nuova tecnologia in grado di implementare all’interno delle immagini annunci pubblicitari mirati e pertinenti che hanno il vantaggio di aumentare la percentuale di click sugli stessi.

Una nuova startup, introduce la pubblicità nella condivisione di testo e immagini dando la possibilità ai blogger di realizzare ulteriori guadagni tramite i contenuti sviluppati.

Ciò è reso possibile attraverso un sistema in grado di incorporare testo e immagini con un semplice copia incolla di poche righe di codice.

In realtà il sistema è stato studiato per consentire ai publisher di autorizzare l’uso dei propri contenuti e da questo guadagnare con la pubblicità.

Questo accadrà sia che si prenda del testo, sia che si prelevino delle immagini da un qualsiasi blog che decida di implementare il sistema.

Nel secondo caso, il banner, appare all’interno dell’immagine incorporata.

In questo modo gli utenti che vorranno ripubblicare i contenuti prelevati da altre fonti, saranno autorizzati a farlo senza violare i diritti dell’autore.

Eventuali entrate provenienti dagli annunci, andranno per metà al proprietario dei contenuti e il restante 50% ad Embed Anything che si occupa anche di mettere a disposizione gli strumenti necessari per analizzare dati e statistiche sui click, contesti in cui questi avvengono, rendimenti e monitoraggio delle fonti che performano meglio.

Per i publisher che usano wordpress come piattaforma, è disponibile anche un apposito plugin che rende più immediato e facile tutto il processo di implementazione.

Probabilmente a breve ci saranno plugin anche per altre piattaforme.

Embed Anything propone una originale alternativa per guadagnare attraverso chi sfrutta i contenuti altrui, testuali o grafici che siano.

Ciò nonostante ci sono diversi aspetti che bisognerebbe approfondire che potrebbero influire sulla diffusione.

Quanta gente accetterà di pubblicare contenuti sviluppati dal altri publisher e far girare pubblicità dalla quale non guadagnerà nulla?

Quanti publisher saranno disposti ad accettare la condivisione dei contenuti rischiando che i propri banner vadano a finire su siti/blog sconosciuti e dai contenuti non controllabili?

Come è stato affrontato l’aspetto riguardante l’inserimento dei banner dentro le immagini visto che non è permesso dal regolamento di Adsense?

La tecnologia sviluppata da Embed Anything sembra avere tutti i presupposti per creare nuovi scenari nell’ambito dell’advertising online, ma deve ancora essere perfezionata.

Di certo un’evoluzione possibile potrebbe essere quella di rivolgersi a qualcuno dei tanti portali di stock foto e magari creare una sinergia che permetta ai publisher l’utilizzo gratuito delle immagini sui propri siti in cambio della pubblicità.

Questa strategia potrebbe rivelarsi molto efficace, considerando che ogni giorno webmaster e blogger di tutto il mondo sono alla ricerca sfrenata di immagini descrittive per gli articoli pubblicati.

Non conosco il modus operandi di Embed Anything, ma una cosa è certa: ne sentiremo ancora parlare giacchè possiede tutti i requisiti per diventare un innovativo e potente strumento di monetizzazione per blog e siti web.



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!