Fondo Miur: Libri Scolastici Gratis per le Famiglie Meno Abbienti

Il Bonus libri Miur 2015 per gli studenti delle famiglie in difficoltà economica quest'anno ha una dote di 103 milioni di euro, che sarà utilizzata con lo scopo di fornire a costo zero, in tutto o in parte, le dotazioni librarie per l'anno scolastico che sta per iniziare.

Riguarderà le scuole dell'obbligo e secondarie e superiori e sarà ripartito tra tutte le Regioni Italiane.

Per sapere se tuo figlio o tua figlia può usufruire delle agevolazioni sui testi per la scuola indicate in questo articolo, consulta i dettagli riguardanti tutti i requisiti per accedere ai buoni libro gratuiti.

Parte dei fondi disponibili saranno utilizzati per finanziare le scuole che acquisteranno i libri di testo da dare in comodato d’uso gratuito.

Come indicato nella Tabella A del decreto 77.250.000 euro andranno al Piano di riparto dei fondi destinati alla fornitura dei libri di testo in favore degli alunni che adempiono all'obbligo scolastico.

Nel dettaglio: Piemonte 3.550.034 euro, Valle d'Aosta 97.961 euro, Lombardia 6.441.365 euro, Veneto 3.720.617 euro, Friuli-Venezia Giulia 974.693 euro, Liguria 1.809.418 euro, Emilia-Romagna 2.452.337 euro, Toscana 2.693.744 euro, Umbria 911.160 euro, Marche 1.737.771 euro, 4.727.681 euro, Abruzzo 2.196.793 euro, Molise 633.493 euro, Campania 15.603.742 euro, Puglia 6.320.624 euro, Basilicata 1.299.846 euro, Calabria 4.287.640 euro, Sicilia 15.953.672 euro, Sardegna 1.837.409 euro.

I restanti 25.750.000 euro saranno devoluti al Piano di riparto dei fondi destinati alla fornitura, anche in comodato, dei libri di testo in favore degli alunni della scuola secondaria superiore, sempre secondo la distribuzione degli alunni meno abbienti (Tabella A/1 del decreto).

Nel dettaglio: Piemonte 1.134.760 euro, Valle d'Aosta 27.671 euro, Lombardia 1.924.818 euro, Veneto 1.203.929 euro, Friuli-Venezia Giulia 328.796 euro, Liguria 597.703 euro, Emilia-Romagna 791.801 euro, Toscana 890.359 euro, Umbria 317.634 euro, Marche 616.975 euro, Lazio 1.613.204 euro, Abruzzo 780.525 euro, Molise 246.853 euro, Campania 5.127.861 euro, Puglia 2.260.777 euro, Basilicata 489.074 euro, Calabria 1.579.992 euro, Sicilia 5.191.269 euro, Sardegna 626.000 euro.

In entrambi i casi le somme spettanti in sede di riparto alle province autonome di Trento e Bolzano, per effetto delle disposizioni di cui all'art.2. comma 109, legge n.191/2009, costituiscono economie per il Bilancio dello Stato.

Tutte le specifiche dell'intervento sono specificati nel Decreto direttoriale 595 del 24 giugno 2015 del MIUR – Direzione Generale per lo Studente, l’integrazione e la Partecipazione ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 161 del 14 luglio 2015.

Le somme saranno attribuite alle regioni in proporzione al numero di alunni appartenenti alle famiglie in stato di disagio economico.

Se il tuo Isee non ti consente di poter avere i testi scolastici gratuiti grazie al Fondo Statale Libri, consulta gli articoli indicati di seguito e scopri tutte le opportunità per risparmiare sui libri di scuola.




Altro su:



Condividi la notizia, basta un semplice click!