Cosa Fare se si Torna alla Lira

lira euroIl ritorno alla lira è un tema scottante di cui si parla molto negli ultimi tempi. Non siamo in grado di prevedere i reali effetti dell’abbandono dell’euro; per ridurre gli eventuali rischi negativi dovuti alla reintroduzione della sovranità monetaria si può fare molto. Vediamolo insieme.

Abbandono dell’Euro: pro e contro

Senza entrare in tecnicismi, secondo i sostenitori della sovranità monetaria le cose andrebbero meglio se si tornasse a stampare moneta, mentre invece chi è contrario ad uscire dall’euro afferma il contrario, ipotizzando scenari catastrofici.

Quello che postremmo fare è sicuramente cercare di capire in che modo comportarci qualora davvero dovesse accadere.

13 cose da fare per prepararsi all’abbandono dell’Euro

  1. Investimenti: chi ha risparmi o soldi in banca, oppure titoli di stato oppure ancora buoni del tesoro, secondo molti esperti di finanza potrebbe optare per quelli che sono ampiamente ritenuti beni rifugio, come gli investimenti in oro e i diamanti. Altri ancora consigliano di comprare titoli di stato Australiani o Norvegesi, paesi solidi e fuori dall’Euro.
  2. Energia elettrica: rendersi il più possibile energeticamente indipendenti, installando a casa pannelli ad energia solare o pale eoliche, boiler solari.
  3. Trasferirsi in campagna: piuttosto che abitare in città, la vita di campagna potrebbe concorrere a ridurre anche le spese relative al cibo visto che, anche in un piccolo appezzamento di terreno, si potrebbe coltivare l’orto e produrre in proprio parte di frutta verdura e ortaggi destinati al consumo domestico;
  4. Allevare gli animali: se è possibile trasferirsi in campagna, e spazio permettendo, comprate una mucca per avere il latte fresco sempre disponibile, delle galline per avere le uova;
  5. Depurare l’acqua: se si è abituati a bere la minerale e ci si vuole liberare l’impiccio e la spesa di comprarla, installate un depuratore d’acqua;
  6. Crearsi un magazzino: con una stanza da adibire a deposito, si può man mano approfittare di sconti e offerte per acquistare cibi a lunga conservazione, sale, zucchero, farina, pasta, detersivi e qualsiasi altro prodotto che può essere consumato per lunghi periodi;
  7. Farmaci e primo soccorso: dotatevi di un kit di primo soccorso e fate anche una piccola scorta di farmaci da banco (antidolorifici, anti infuenzali, e medicine che possono essere acquistate senza ricetta, utili in caso di piccoli malanni e malesseri o incidenti fisici);
  8. Comprare un’auto elettrica: visto che ormai i prezzi sono scesi e destinati a ridursi ancora, sarebbe la soluzione ideale l’acquisto di un veicolo elettrico ibrido per sopperire ad un eventuale innalzamento dei prezzi del carburante, considerando inoltre che si ridurrebbero inoltre anche i costi di bollo e assicurazione;
  9. Eliminare il telefono fisso: se ancora ne fate uso, sarebbe il momento buono per liberarsi definitivamente della linea telefonica, e quindi anche del pagamento del canone Telecom (il telefonino basta e avanza per chiamare;
  10. Usare internet: per informarvi e risparmiare, trovare sconti e promozioni, restare in contatto con parenti e amici (se il costo dell’Adsl vi sembra eccessivo comprate una internet key);
  11. Tornare al baratto: scambiare prodotti oggetti e servizi è un ottimo modo a costo zero per limitare al minimo l’impiego di denaro;
  12. Imparare a riciclare: arte antica ma sempre valida quella del riciclo e riuso, che può essere impiegata per creare e ricreare oggetti utili che in alternativa dovrebbero essere acquistati;
  13. Liberarsi dalla tv: riuscirete così a non pagare la tassa sulla rai, tenendo conto che ormai sono moltissimi i canali televisivi che trasmettono anche in streaming e possono essere seguiti attraverso il computer.

I suggerimenti riportati sopra sicuramente non potranno essere adottati da tutti; resta il fatto che chi potesse metterli in pratica, avrebbe una sicurezza in più che gli consentirebbe di ridurre al minimo gli eventuali ipotetici effetti negativi causati da un ritorno alla vecchia lira.

In aggiunta, qualche altro rimedio attuabile dalla maggior parte delle persone, sopratutto da chi si trova (o dovesse trovarsi) in estreme condizioni di disagio economico con l’abbandono dell’euro.

Cosa fare se si torna alla lira

Anche se molte cose potrebbero apparire estreme per tanta gente, per altrettante rappresenterebbero l’unica via percorribile, specialmente se non si ha un reddito o entrate economiche di qualche tipo.

Per eliminare le spese di affitto e i costi condominiali: trasferitevi dai vostri genitori, spazio permettendo; in alternativa compratevi un camper o una roulotte e viveteci dentro (magari parcheggiandovi all’interno di un terreno di proprietà di parenti o amici).

Per i più scettici: le ultime due menzionate, sono cose che già in molti fanno non avendo altre alternative.




Altro su:



Condividi la notizia, basta un semplice click!