Chirurgia Estetica: come risparmiare

Interventi esteticiLifting viso, seno, cosce, chirurgia estetica: anche in questi casi internet può aiutare a risparmiare soldi. Per evitare di avere sgradite conseguenze nel caso in cui si ricorra al bisturi, è necessario rivolgersi a un bravo specialista scegliendolo in maniera appropriata.

Sempre più persone sopratutto donne ricorrono al bisturi per migliorare il proprio aspetto fisico, correggere lievi difetti estetici, ringiovanire lo sguardo eliminando rughe, segni di espressione, zampe di gallina, ecc.

Secondo uno studio condotto dalla Società Italiana di chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica (Sicpre), nell’ultimo anno sono state effettuate 349 mila operazioni su soggetti che hanno fatto interventi estetici e ricostruttivi.

I ritocchi più richiesti sono relativi ad interventi di mastoplastica (chirurgia al seno), rinoplastica ( rimodellamento ovvero plastica al naso), blefaroplastica (ricostruzione della palpebra attraverso l’eliminazione della cute in eccesso), liposcultura (rimozione degli accumuli indesiderati di cellule adipose dal corpo).

Chirurgia estetica, chirurgia plastica, chirurgia ricostruttiva: non solo per migliorare l’aspetto fisico ed estetico o per il ringiovanimento ma, secondo alcuni, anche per aumentare la sicurezza in se stessi ottenendo un reale beneficio psicologico.

Accorgimenti da adottare per evitare di spendere inutilmente il proprio denaro in interventi estetici.

Innanzitutto è importante rivolgersi ad un vero specialista. A tal proposito occorre precisare che un Medico Chirurgo, indipendentemente dall’essere specializzato in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica o addirittura senza alcuna specialità, è autorizzato ad eseguire tutti gli interventi di Chirurgia Estetica.

Comunque è bene sapere che il Chirurgo plastico, è soltanto chi ha conseguito la specializzazione in tale disciplina. In Italia pur essendoci solo circa 1000 specialisti, di fatto i medici che operano nel settore sono quasi 5000 (fonte: Sicpre).

Seppur burocraticamente sono autorizzati ad operare nel settore della chirurgia estetica, i chirurghi plastici improvvisati non hanno di fatto una formazione specifica; meglio quindi ricorrere ad uno specialista.

Come scegliere lo specialista in chirurgia estetica.

Prima di affidarsi ad un chirurgo estetico, occorre valutare alcuni requisiti che aiutino nella scelta dello specialista giusto.

Professionalità
Informarsi dove ha studiato, dove ha lavorato, dove ha formato la propria esperienza professionale il medico scelto.

Preparazione
Valutare il curriculum del chirurgo in esame: scuole di specializzazione, corsi, master, aggiornamenti, ecc.

Esperienza
Altro parametro importante da considerare è il numero di interventi eseguiti dal professionista e l’anzianità di servizio ( da quanti anni opera).

Questo al fine di rendersi conto di manualità, senso estetico, esperienza acquisita nel tempo.

Prezzi
Diffidare di prezzi troppo convenienti che potrebbero ripercuotersi sulla sicurezza dell’intervento ed il risultato finale dello stesso.

Meglio spendere qualcosa in più richiedendo e prediligendo luoghi all’avanguardia  (clinica di chirurgia estetica attrezzata e sicura), materiali di qualità, presenza di assistenti medici preparati.

Questo andrà a beneficio della sicurezza per la salute ed aumenterà la garanzie di una buona riuscita dell’interveto.

Passaparola
Anche per gli interventi estetici chiedere l’opinione o le eventuali esperienze personali ai propri conoscenti può servire a trovare un professionista in chirurgia estetica preparato ed affidabile.

Confronto
Meglio consultare più chirurghi in modo da poter poi valutare e scegliere il più appropriato.

Ricapitolando, se si desidera inseguire l’eterna giovinezza ricorrendo alla chirurgia plastica, estetica, ricostruttiva, oppure si ricorre al bisturi per migliorare il proprio aspetto, occorre informarsi bene sui costi e soprattutto sui rischi. In fondo, più dei soldi, conta soprattutto la salute.



Altro su

Condividi la notizia, basta un semplice click!