Bonus Bebè 2013: a chi Spetta e come Funziona

Il bonus per la nascita di un figlio, meglio conosciuto col termine di bonus bebè, per il 2013 subisce diversi cambiamenti. Stavolta di tratta di voucher e non di contributi in denaro. Potranno essere richiesti solo online, fino ad un massimo di 6 mesi e consistono in aiuti economici per asilo o baby sitter.

Se vuoi accedere al Bonus bebè 2017 leggi l’articolo e scopri tutto quello che c’è da sapere.

Bonus Figlio 2013: chi può richiederlo

L’incentivo per i nuovi nati che quest’anno è finalizzato essenzialmente ad andare incontro alle esigenze delle mamme lavoratrici, è riservato a chi, pur avendo un impiego, rinuncerà al congedo di maternità e sarà in grado di dimostrare che le cure del proprio pargolo siano affidate ad una baby sitter oppure ad un asilo nido.

Bonus bimbo: differenze rispetto al passato

Mentre fino all’anno scorso il bonus bebè era rappresentato da una somma in denaro a sostegno delle coppie in cui c’erano state nuove nascite, per il 2013 gli incentivi nuovi nati sono rappresentati da un contributo (non superiore ai 300 euro mensili) valevole fino ad un massimo di sei mesi, nel primo anno di vita del bambino, finalizzato al pagamento di una baby sitter o dell’asilo nido, scelto tra quelli aderenti, riportati sul sito dell’INPS.

Bonus bebè: come richiederlo e riceverlo

L’importo per retribuire la baby sitter verrà corrisposto ricorrendo ai voucher Inps (buoni lavoro), mentre invece per chi vuole usufruire del bonus bebè per pagare i costi dell’asilo non è ancora dato sapere le modalità.

Le domande dovranno essere presentate esclusivamente online, su un apposito sito internet, a partire dal giorno stabilito per il click day che, come annunciato dall’Inps, dovrebbe avvenire presumibilmente nel mese di maggio.

Si aspetta infatti l’arrivo del decreto che attiva il nuovo bonus nascite contenuto nel comma 24 lettera b) dell’art. 4 della legge n. 92 del 2012. Il decreto sul contributo per nascita figlio dovrà anche specificare quali sono i limiti di reddito entro i quali si potrà presentare domanda.

Bonus maternità: precedenza ai redditi bassi

La graduatoria stilata a carattere nazionale, darà precedenza di accesso all’incentivo nascite innanzitutto a chi ha un Isee più basso; a parità di Isee avrà diritto chi ha presentato prima la domanda.

Bonus bebè 2013: risorse disponibili

Per bonus nuovi nati relativo all’anno in corso, stanziamento fondi pari a 20 milioni di euro; altrettanti saranno sia per il  2014 che per il 2015.

Click Day bonus nuovi nati 2013

In data 15 giugno 213 l’Inps ha diffuso una comunicazione riportante la data del click day bonus bebè. Bisogna preparare tutta la documentazione necessaria in modo da essere pronti a presentare domanda al momento opportuno.




Altro su:



Condividi la notizia, basta un semplice click!